Soppressa la giornata del Patrono d’Italia, sostituita con il “Giorno del Dono”

Soppressa la giornata del Patrono d’Italia sostituita con il “Giorno del Dono”.

E’ ufficiale, in Senato si drogano e si drogano non con uno stupefacente, ma con un rincoglionente, (participio presente di rincoglionire).
Mi spiego: il Senato ha approvato in via definitiva il ddl a prima firma dell’emerito rincoglionito presidente Carlo Azeglio Ciampi che istituisce il “Giorno del Dono” nella giornata del 4 ottobre.

san-francesco

Cos’è il “Giorno del Dono”? Una grande stronzata!

Vorrebbe essere un evento da celebrare ogni anno il 4 ottobre.

Ma tutti gli italiani veri, gli italiani Perbene, gli italiani del Buon senso e della Ragione sanno che quel giorno, il 4 ottobre in Italia si festeggia una solennità civile dedicata ai patroni d’Italia San Francesco e Santa Caterina.

Ma in Italia ci sono anche gli italiani falsi, gli italioti, persone che hanno perso le chiavi di casa. Il testo approvato con 162 voti favorevoli (quindi i rincoglioniti sono a maggioranza bulgara) e sei contrari, prevede iniziative formative ed educative in particolare nelle scuole e l’impegno delle Istituzioni, nel creare sensibilità rispetto all’atto del dono. Il tutto, «al fine di offrire ai cittadini l’opportunità di acquisire una maggiore consapevolezza del contributo che le scelte e le attività donative possono recare alla crescita della società italiana, ravvisando in esse una forma di impegno e di partecipazione nella quale i valori primari della libertà e della solidarietà affermati dalla Costituzione trovano un’espressione altamente degna di essere riconosciuta e promossa».

Capito mi hai? Mecojoni!
Il “giorno del dono” quindi rottama San Francesco e Santa Caterina.

Al fine di provare che questi parassiti sono davvero rincoglioniti affetti da demenza senile, abbiamo chiesto ad alcuni senatori cosa fosse la “Giornata del Dono.” Bene, nessuno degli interpellati – nonostante lo abbiano votato – ha saputo rispondere cosa fosse.

E’ fin troppo facile dire che questi trogloditi potrebbero e dovrebbero occuparsi dei problemi dei cittadini e dei temi utili al Paese. Ma la cosa che fa davvero incazzare è che questi rimbambiti, in barba alla Costituzione, vogliono arrivare a modificare le nostre credenze, le nostra sensazioni, le nostre emozioni, i nostri sentimenti per imporre il pensiero unico mondialista, laicista e anticristiano.

Inoltre, la stronzata stravolge e si sovrappone alla legge 132 del 1958 la quale ha stabilito che il 4 ottobre è una solennità civile dedicata ai patroni d’Italia San Francesco e Santa Caterina.

Evidentemente Carlo Azeglio Ciampi non è ancora pago del notevole contributo che dato alla deriva di questo Paese che con il governo Prodi/Ciampi truccò i conti per portarci nell’eurofogna, con la complicità del cancelliere Kohl ben consapevole che eramo già sull’orlo della bancarotta e che noi – come molti altri – non avevamo i requisiti per entrare nel ‘lager dell’eurozona’, ma la ragione politica prevalse sul rigore finanziario. Ma questo ‘tradimento’ della Nazione Italia ebbe inizio fin dal 1981 quando la Banca d’Italia, per decisione di Beniamino Andreatta e Carlo Azeglio Ciampi, cessò di monetizzare il debito pubblico che è poi schizzato alle stelle.

Stavolta cos’è prevalso oltre alla demenza senile?

Armando Manocchia  @mail



   

 

 

2 Commenti per “Soppressa la giornata del Patrono d’Italia, sostituita con il “Giorno del Dono””

  1. Purtroppo mi ripeto i veri Politici sono finiti con Almirante anche se non sono fascista e mai votato, ma lo stimavo come continuo a stimarlo ancora ora, Moro persona seria e colta, anche x lui massimo rispetto, poi cera Berlinguer anche lui buon politico, che ho votato e ci credevo magari qui l’errore di continuare a votare per il PD, che nulla a che vedere con quelli del dopo Berlingueri, invece oggi i PDioti sono diventati gli unici impareggiabili, infallibili, Incompetenti, arroganti e presuntuosi che pensano solo per i propri interessi personali attaccatissimi alle poltrone e nulla hanno e stanno facendo per gli Italiani, che ca22o c’entra il giorno del dono ma di che? che ca22o stanno donando se tutti i giorni la gente va rovistando nella spazzatura, ma sta tanto bene come lo e stato in precedenza, la festa di San Francesco e santa Caterina, per forza sono arrivati alcuni i….i e cambiano, questi hanno bisogno di una cura di E……….k, e fan.

  2. I tuoi Santi più grandi pregano per te, o Italia,

    perchè rinneghi il tuo Dio?

    Chi più di te ha ricevuto dal Cielo?

    Terra santa racchiudi in te questo male

    per non mostrare che il cuore della tua gente

    è diventato un abisso.

    dal mio sito web http://www.esperienzedifede.it

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -