“Non è ora che impicchino i marò?”. Bufera sul segretario di Rifondazione

Paolo-Pantaleoni

 

I compagni non smettono mai di stupirci per la loro crudeltà e il loro cinismo, nonchè per l’odio verso tutti coloro che indossano una divisa, essendo intolleranti verso ogni forma di regole civili (vedi centri sociali). Ancora piu’ gravi sono le frasi sprezzanti e omicide nei confronti dei due marò che, ricordiamo, non sono stati ancora processati prorio perchè l’India non è ancora riuscita a mettere insieme un capo d’accusa ed anzi da piu’ parti sembra che i nostri fucilieri siano del tutto innocenti.

«Ma non è ora che impicchino i due marò?». La frase è comparsa sulla pagina Facebook del segretario di Rifondazione comunista, Paolo Pantaleoni. «Vergogna; parole imbarazzanti; è uno schifo» sono alcuni dei commenti piovuti ieri dal mondo politico. Pantaleoni non ha smentito quel post, anzi ha difeso la sua ignobile frase, salvo poi cancellarla nel pomeriggio offrendo una spiegazione che puo’ essere credibile solo per qualche comunista senza ragione, cui l’ideologia ha offuscato il cervello. Purtoppo in Italia ce ne sono ancora molti.

«post ironico… Credo che prendersi troppo sul serio non faccia vivere bene così come credo che l’ironia soggettiva non debba sempre piacere a tutti», si è giustificato il compagno, «D’altronde non ho scelto di fare il comico, per quello ci sono già Grillo e Renzi. Ribadisco che si trattava di una battuta, magari infelice, e mi scuso».

Ma non è finita qui. Il segretario prosegue reputando più grave indicare i venditori abusivi con il termine di vù cumprà. Cita Salvini: «Credo che siano ben più gravi le sue affermazioni, in cui si istiga all’odio razziale, o quelle del presidente della Provincia di Treviso che in riferimento all’arrivo dei rifugiati si dice preoccupato dalla possibilità che si ‘bastardi la nostra razza’».

Chiudendo così: «Mi infastidisce, questa retorica ipocrita e patriottarda, in cui si considerano eroi due presunti assassini e dove si offendono in maniera sessista le due volontarie prima rapite e poi liberate in Siria».



   

 

 

22 Commenti per ““Non è ora che impicchino i marò?”. Bufera sul segretario di Rifondazione”

  1. Roberto RANIERI

    Fatelo sapere bene anche agli idioti, ai delinquenti, ai traditori per istinto, ai vigliacchi, allo scarto della società, ai parassiti, ai vanitosi del potere senza coraggio e senza responsabilità, ecc.

    Per ME C° Latorre e C° Girone sono ottimi soldati e fedeli cittadini che hanno sempre fatto bene il proprio dovere.
    Loro sono sempre e comunque INNOCENTI !

  2. Da una costala di PiDdidioti naque rifondazione comunista….ebbene, cosa ci si doveva aspettare che sarebbero stati migliori?

    • DA UNA COSTATA.?— HAI DETTO UNA FREGNIACCIA.|||
      TU VIVI CON IL PANE “AFFETTATO”.! – UN NULLA FACENTE,!
      i DUE MARO’?- ; SONO ANNI CHE I NOSTRI POLITICI FANNO LA DANZA DELLO STRUZZO.

    • Caro Luc, Rifondazione Comunista nasce da una costola del PCI.
      Quando ci fu la scissione, il PD non era nemmeno un progetto, e Renzi probabilmente faceva ancora il Lupetto nell’AGESCI, dove a mio avviso sarebbe dovuto restare a vita.
      Viaggiare informati fa sempre bene.

      Stando ai fatti, invece, premetto che se questo signore è davvero un comunista, come lo sono io, dovrebbe essere CONTRO la pena di morte, per tanto in quella frase, se vera, c’era già una contraddizione in termini.
      Oltretutto, io non mi sbilancio sulla colpevolezza o l’innocenza dei Marò (ma spero vivamente siano innocenti, liberi e tornino a casa presto), ma se dovessi esprimere un’opinione, lo farei del tutto a livello personale, e non è detto che quella sia la posizione ufficiale del partito (che, sia chiaro, non è il mio partito), a meno che ilo partito stesso non la avalli, e non mi pare sia questo il caso.
      Quello che intendo è: se ha detto una cosa simile lo ha detto a titolo personale, e non a titolo di RC, per cui spieghi, si assuma la responsabilità, si prenda le sue pernacchie, ma lo faccia come Paolo Pantaleoni, in quanto c’è gente, e io ne sono la prova, che pur essendo radicalmente di sinistra non condividono questa posizione e, pur essendo antimilitarista (anzi, proprio perché lo sono), non augura la morte di nessun Marò.
      Poi se a voi fa piacere pensare che tutti i comunisti si augurino la morte dei due militari, fate pure, sbizzarritevi, se vi va, ma non è così.

      Hasta la Victoria, forse.

  3. il comunista convinto
    visto affermazione del tutto discutibile
    dovrebbe fare un favore alla comunità e dirigersi in Russia a tenere compagnia ai suoi compagni di vita
    ah!
    facendo il viaggio in Russia si deve ricordare che verrà considerato traditore di stato e in caso di ritorno verrà linciato dal popolo!
    essere inutile
    tanto quanto il suo partito quasi estinto!

    • Sempre per il servizio Viaggiare Informati gentilmente offerto dal sottoscritto, volevo far presente, gentile sig. Luciano, che il Comunismo in Russia non c’è più da quasi 25 anni.
      Quindi se lei volesse spedire il povero Pantaleoni lassù, sappia che sia lei che il segretario in questione, rimarreste profondamente delusi.
      In compenso c’è un sacco di figa, il che dà sempre gioia.

      Posso suggerirle come mete alternative ove spedire il summenzionato segretario, la Corea del Nord o Cuba.

  4. Da diverso tempo che non commento, ma questo articolo mi da ragione in quanto ho aperto gli occhi, poiché da ex PD vedendo certa gente di M….a all’interno di questi partiti di incompetenti,arroganti e presuntuosi, si dovrebbero lavare la bocca perché non sono degni di fare certe affermazioni contro gli uomini della Marina Militare Italiana, poi allucinante fa il paragone con clandestini, ma che si vergognasse, poi se la prende anche con Salvini che gli potrebbe andare a pulire le scarpe questo I…..e.

  5. in un momento così delicato delle trattative, questo tipo di dichiarazioni pubbliche, non solo non è assolutamente opportuno, ma anzi esse confermano, purtroppo, il fatto che, su questa aggrovigliata vicenda, non vi è, a tutt’oggi, ancora la necessaria informazione e tanto meno la doverosa presa di coscienza civile da parte di tutti noi. Altrove (in Europa e negli States), non si sarebbe giunti a questo punto e l’affaire Maro’ si sarebbe risolto PRIMA. In questo senso, il senatore Mario Monti, dovrebbe rivalutare attentamente il proprio operato da Presidente del Consiglio in carica e trarne le doverose conclusioni. Io resto fermo nell’esprimere profonda solidarietà a Girone e La Torre ed augurare loro, un completo ed immediato pieno ritorno operativo, con onore al reparto di appartenenza.

  6. Vergognatevi!Fate gli interessi degli stranieri anziche’degli italiani!

  7. Bernardo Iodice

    Le battute e le successive smentite di questo ignobile personaggio non fanno altro che confermare una mia vecchia idea sui comunisti: un misto di idiozia, ipocrisia, saccenza e insensibilità, tanto da tenersi al largo per sempre!

  8. Paolo Pantaleoni a te ti dovrebbero rifondere il cervello solo uno scarto di fogna può affermare quello che dici tu…fai schifo anche al tuo partito, come minimo dovrebbero cacciarti a calci in culo!!

  9. Mentecatto.

  10. Perché dare spazio e perdere tempo dietro al nulla?
    I nostri MARÓ DEVONO ESSERE LIBERATI!!!!

  11. Scusate: ma davvero esiste ancora rifondazione comunista? Pensavo fosse sparita con Bertinotti…

  12. ma che razza di uomo è ma vada lui in india non deve dirsi politico ma uno che gli piace la poltrona i vitalizi e che non fa nulla per l’Italia, dimettiti non sei degno di rappresentare in parlamento e nel mondo il pensiero che non e’ degli italiani LI VOGLIAMO LIBERI E SUBUTI VAI TU IN INDIA

  13. Da un partito che ha voluto intitolare la propria aula di presidenza ad un teppista non ci si poteva aspettare altro.

  14. affermazione idiota , oppure se la vogliamo paragonare a qualcosa la possiamo paragonare ai mussulmani dell’Isis che in quanto a idiozia e ideologia sono vicini ai rifondatori comunisti, autodichiarati.

  15. Comunisti schifosi

  16. Rifondazione ,,,già il “titolo” la dice lunga … aspettiamo il giorno dell’Affondazione…
    non manca poi molto !

  17. A Luciano mi permetto rispettosamente di dire, che in Russia i comunisti sono ormai rimasti in pochi e non comandano più. In Italia, invece, comandano (e i bei risultati li vediamo), ma hanno un nuovo padrone: gli americani.

  18. EGREGIO Borbone. (sono al traguardo della vita) Ho fatto una carriera nello Stato . vi sono entrato al tempo del fascismo.- diplomato . costreto fare esami dalla “gavetta e sedersi il c… in tutte quelle sedi che ungiorno dovevo comandare,.Dovevi per forza sapere anche la realtà.- Pochi arrivano a capire che non esiste Scuola . Istituto , ecc ,,, che ti possono inegnare quello che devi fare nello Stato in Qualsiasi Ministero,-.., Con la Democrazia nel nome della libertà la scalata, secondo le amicizie i ricatti , ecc… la competenza ridotta ad una nullità. (non mi prendere per un nostalgico fascista- La veritù non si può cancellare) Tutti sono buoni a comandare con le chiacchiere come venditori di stracci.– L’Emblema del vincitore del Palio di Siena si chiama appunto “Cencio”
    ci sarebbe da dire tanto.. Chi ci comanda ne dicono tante ai fini tecnici – da meravigliare il mondo come mai siamo ancora pèòre.!

  19. Nello Mazzolari

    Ho visto per un attimo l’espressione idiota del viso di quel personaggio ed oggi più di ieri, mi sento di abbracciare e condividere le teorie del Lombroso, che andrebbero riscoperte e diffuse. Si può non condividere o non essere in accordo con l’operato dei marò, ma la sua è la solita risposta di un povero bisognoso di cure psichiatriche e non solo, e denota la solita mancanza di coraggio di chi si è nato col passamontagna in testa …

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -