APPELLO AL BUON SENSO: REAGIAMO!

 

APPELLO AL BUON SENSO. REAGIAMO!

di Armando Manocchia –  27 settembre 2008

rivolta

Non è un commento all’acqua di Colonia né ad un trascurato 11 Settembre o ad una dimentica Oriana. Questo è un ulteriore fatto che dimostra la mia, la nostra contrarietà all’entrata in Eurabia da parte degli italiani che vivono in Italia. Oggi più di ieri, i fatti confermano il grande errore per l’entrata in Europa. Sfido chiunque, a dimostrare il contrario, i fatti li conosciamo tutti e i fatti sono certezze, mentre nessuno può affermare il contrario, nessuno può dire con certezza che se non fossimo entrati in Europa, saremmo stati peggio di cosi e come se non bastasse, visto il percorso intrapreso, il nostro futuro sarà peggiore. E’ l’Italia degli italiani, non è l’Italistan di chi dà l’assalto alle democrazie, di chi la invade con il ventre delle loro donne tantomeno di coloro che la abitano come “nomadi” o dei “without roots”.

Questa Italia ce la può fare, sissignori ce la possiamo ancora fare, possiamo ancora evitare di genufletterci, pagare la tassa ai talebani e “convertirsi alla perversione ideologica nazi-islamista”.Bisogna però, che ognuno di noi, chi vuole, chi può, chi deve, combatta con tutto il coraggio che ha e affronti a viso aperto tutte le cicale, i collaborazionisti, vigliacchi, traditori, masochisti e conformisti che stanno in mezzo a noi e ognuno di noi, sappia riconoscere gli “imprenditori della politica”.

Gli imprenditori della politica (come li chiamo io) sono quei pseudo-deputati colpevoli e responsabili di quanto sta accadendo. Imprenditori della politica che hanno scelto, il mercato dell’immigrazione come il business del millennio, che sono stati eletti (si fa dire) in quota A.N, e F.I, cavalcando l’onda dell’invasione islamica e oggi, tra loro c’è chi cura solo i propri interessi, chi quelli dei loro conterranei, chi addirittura offre la cittadinanza dopo solo 5 anni, chi festeggia vergognose ricorrenze tribali, tutti facendo finta di combattere l’incommensurabile problema dell’immigrazione clandestina e tutti dietro il falso, becero, ipocrita e strumentale multiculturalismo.

Questi “Cavalieri della politica” passeranno alla storia come i veri assassini della civiltà occidentale. Oggi, mettono in serio pericolo la democrazia e libertà e stanno regalando parte del nostro futuro e l’intero futuro dei vostri figli a chi non solo non lo merita, ma a chi neanche lo apprezza, a chi non fa funzionare i muscoli, neanche per sorridere. Chi sono questi pseudo amici? Non sono i musulmani, sono quei bastardi che non hanno coraggio, non hanno sangue nelle vene, non hanno un’anima, non hanno cuore, fede, valori, non hanno radici, non sono niente e l’unico sentimento che esprimono i cattivi è l’odio e i buoni, quelli affetti da “buonismo” quelli che fanno “il contrario del bene comune”, fanno danni incalcolabili e sono più pericolosi dei cattivi, perchè gelosi e/o invidiosi di chi, ha il coraggio e l’orgoglio di vantare a viso aperto, ed a voce alta le proprie idee, per difendere la libertà, a qualsiasi prezzo, finanche quello della VITA.

E’ arrivato il momento di liberarci di questi individui, la maggioranza di loro è affetta da criptorchidismo, Bisogna disfarsi di questa gentaglia, prima che sia troppo tardi, gentaglia che non è da identificare nei comunisti o nella falsa credenza di un’ ipocrita sinistra, ma peggio, va vista in quei detrattori, in quei traditori che stanno accanto a noi, che dicono di pensare come noi e con noi si definiscono democratici e liberali, cristiani e cattolici.

Ormai la dissimulazione in Italia è diffusa quanto la “taqyyia”. Dobbiamo assolutamente estirpare quel cancro che consente di dire: “poverini, che fastidio ti danno”. Giusto, corretto, a me, a noi non danno fastidio, ma i presupposti non sono brillanti, dalla pretesa delle moschee stiamo arrivando all’applicazione della loro legge, (vedi in G.B, vige già la shar’ia, chiedete a chi volete se e quanti lo sanno, i pennivendoli, che collaborano alla Jihad non gli hanno dato eco).

Ai barbari, ai razzisti, agli xenofobi ai fascisti (chi più ne più ne metta) che vogliono difendere la Libertà e la Democrazia è rivolto questo appello, a chi resta ancora un po’ di buon senso, a chi come noi vuole, a chi come noi deve, a chi sente l’obbligo morale di difendere questi Valori che abbiamo costruito con fatica, sudore, lacrime, sangue e morte, a queste persone è rivolto questo appello.

Spesso non sono solo loro a pretendere qualcosa, ma sono quegli ignoranti che non conoscono e peggio, quei bastardi che conoscono meglio di noi la gravità della situazione, ma pretendono di dare ad essi ciò che non è loro, ciò che non hanno contribuito a costruire, il classico: “quello che è mio è mio e quello che è tuo è di tutti”.

La maggioranza di noi, (io per primo) è ignorante, non siamo colti, preparati e formati, non leggiamo e non ci informiamo, ma allo stesso tempo senza avere la più pallida idea del fenomeno, abbiamo la pretesa, da un lato di dirigere il vento e dall’altra di dare Perle ai Porci.

Per me è e rimane un fenomeno grave e pericoloso (per altri è una risorsa), che adotta strategie da guerra-pacifica, o come la chiama Bat Ye’or, Jihad-Soft. Siete voi stessi, siamo noi stessi, a concedergli ciò che non chiedono, ciò che non pretendono e che forse neanche vogliono. Tutto ciò, in nome non si sa di chi e di cosa, tutto ciò a causa di una ciurma di sedicenti -onorevoli che di onorevole non hanno e fanno nulla, ma rubano soldi al popolo bue e svendono la nostra civiltà a chi riporterà l’Occidente al medioevo. Solo allora sarà sancita l’unica integrazione possibile.

Se non siete dei pappamolla come gli inglesi, se non avete gli stessi sensi di colpa dei tedeschi e se non siete opportunisti, filosovietici prima e filo islamici ora come i francesi, ma siete persone che ragionate con la vostra testa, se avete ancora una coscienza, se avete ancora la Ragione e se vi è rimasto un po’ di buon senso, fatevi avanti, non perdiamo altro tempo, organizziamoci, facciamo qualcosa per cui i vostri figli domani non vi malediranno per ciò che non avete fatto e per quello che avreste potuto e dovuto fare.

Abbiate coraggio! Createvi la possibilità di dire loro: “nonostante tutto, abbiamo tentato, ci abbiamo provato”. Promuoviamo una manifestazione davanti al Parlamento, perché riteniamo che è da lì che devono cambiare le cose! Chiediamo partecipazione, chiediamo di unirvi a noi, non solo le cosiddette“persone comuni” ma persone di qualità dotate di coraggio e forza delle idee.

Indipendentemente dall’appartenenza partitica, sono invitate tutte le persone e tutte le associazioni e organizzazioni, comitati e circoli, siti e blog,gruppi, pagine, liste civiche, pensionati e quanti altri si riconoscono in questa lotta per la difesa della Democrazia e della Libertà, contro la violenza e il razzismo, contro una politica immigrazionista cosiddetta di accoglienza che di fatto ci impone l’islamizzazione forzata e la sostituzione etnica.

Uniamoci tutti in Piazza di Montecitorio e gridiamo loro: “Basta bastardi, basta o è troppo tardi” è l’unico aggettivo, nei confronti di coloro che ci stanno sottomettendo all’islam e alle politiche di rigore e di austerità da parte di quell’empia masnada di criminali della Troika..

La manifestazione ha l’obiettivo di far capire ai ladroni del nostro tempo, dei nostri soldi, della nostra Storia, Cultura, Libertà e della nostra Civiltà, che non ci lasceremo intimidire e che non abbiamo paura, tutt’altro, non intendiamo concedere un centimetro della nostra Patria Italia, alla strisciante islamizzazione con la sua jihad e la sua shar’ia come alla Troika e al Nuovo Ordine Mondiale..

Armando Manocchia   @mail



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -