Atene: il quartiere degli anarchici ha votato Sì alla dittatura finanziaria

La capitale mondiale degli anti-sistema, l’area di Atene dove la polizia non osa mettere piede (salvo che per qualche occasionale raid della agguerritissima squadra Delta), il quartiere simbolo dell’anarchia di tutto il pianeta ha detto – a sorpresa – “Sì”. In Grecia, come in Italia e ovunque, sono sempre stati il braccio armato del grande capitale.

Come scrive repubblica, quando gli esperti di flussi elettorali hanno iniziato a esaminare nei dettagli i dati del voto ad Atene, non volevano credere ai loro occhi: tutti sapevano che a Kolonaki, tra le vetrine delle griffe e le case di avvocati e liberi professionisti, avrebbe trionfato il “Sì” al compromesso. Che infatti in questa zona ha preso il 70,2%. Lo stesso vale per l’area radical-chic sotto l’Acropoli (53,6%) e a Pangrati. Nessuno si è stupito nemmeno del voto di Kypseli, dove il voto del premier Alexis Tsipras e della famiglia non ha impedito la vittoria di misura (52,9%) dei favorevoli all’accordo.

La sorpresa – clamorosa – è arrivata alla casella di Exarchia: nei seggi tra le case occupate, i graffiti e la lapide che ricorda il giovane Alexadros Grigoropoulos, ucciso dalla polizia ad appena 15 anni nel 2008, ha stravinto il “Si”. Con un distacco netto: 57,1% a 42,9%.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -