Malata di Sla va in carrozzina all’idrovia e si lascia annegare

 

Padova – Da tre anni era affetta da Sla. Provata dalla malattia e da un governo insensibile ai problemi dei malati, una 53enne di Saonara ha deciso di farla finita. Venerdì mattina, dopo che il marito era uscito di casa per andare al lavoro e il figlio ancora dormiva nel suo letto, si è messa in viaggio, a bordo della carrozzina elettrica, percorrendo i due chilometri di strada utili per raggiungere, in via Villanova, l’idrovia.

SI È LASCIATA ANNEGARE. Arrivata sull’argine, si è lasciata scendere giù dalla scarpata, annegando nel canale. A dare l’allarme è stato un passante di 54 anni, artigiano del posto che, in mattinata, si è accorto della carrozzina e di un corpo che affiorava dall’acqua. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della stazione di Legnaro, i vigili del fuoco e i sanitari del Suem 118, che hanno constatato il decesso della donna.

Ai militari dell’arma il difficile e delicato compito di avvertire i familiari, ignari di quanto avvenuto. La 53enne lascia il marito e due figli, di 25 e 16 anni. La salma è stata portata all’obitorio dell’ospedale civile di Padova e affidata ai familiari su disposizione dell’autorità giudiziaria.

padovaoggi.it



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -