Immigrati, rivolta al Cie di Ponte Galeria: muri abbattuti e materassi a fuoco

Rivolta nella notte al Cie di Ponte Galeria. Alcuni sedicenti profughi hanno distrutto dei muri interni delle stanze e dato fuoco ai materassi. Immediato l’intrervento dei vigili del fuoco e degli agenti del reparto mobile.

 

Roma – Rivolta al Cie di Ponte Galeria. La notte tra sabato 4 e domenica 5 luglio un gruppo di ospiti nordafricani ha dato fuoco ai materassi e danneggiato le stanze abbattendo anche pezzi di muro. Sul posto la polizia e i vigili del fuoco.

Uno straniero sarebbe rimasto ustionato lievemente alle mani e ai piedi. Trasportato nell’ospedale Sant’Eugenio, è stato dimesso con 5 giorni di prognosi. Ferito anche un poliziotto giudicato guaribile in 7 giorni. A quanto riferito, nessuno degli immigrati sarebbe riuscito a fuggire e quelli che si trovano nel padiglione danneggiato sarebbero stati evacuati e spostati in un’altra ala.

“Nella notte, tra le 2 e le 3 e mezza, si è svolta una forte protesta in una parte della sezione maschile del Cie di Ponte Galeria. La causa scatenante sarebbe stato il rifiuto di curare uno straniero che era in sciopero della fame da due giorni, per protesta contro l’infinita attesa di una risposta per la sua richiesta di asilo politico”.

 



   

 

 

1 Commento per “Immigrati, rivolta al Cie di Ponte Galeria: muri abbattuti e materassi a fuoco”

  1. Alfano,Renzi,chi paga adesso i danni alla struttura? Adesso esigo, in quanto donna lavoratrice che paga profumatamente le tasse, chi paga i danni. Esigo una risposta perché adesso qui si sta davvero oltrepassando il limite della sopportazione.

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -