Tetti di Napoli usati come poligono dalla Camorra, sparavano alle paraboliche

carabin-napoli

 

I giovani “soldati” della camorra a Napoli salgono sui tetti delle abitazioni del centro cittadino e sparano alle antenne paraboliche con armi da fuoco vere. E’ la scoperta fatta dai carabinieri nella zona del borgo Sant’Antonio Abate. I militari dell’Arma hanno fatto irruzione in un caseggiato, procedendo a perquisizioni e ispezioni per la ricerca di armi e droga.

In una corte dello stabile e’ stata trovata una busta dietro una struttura di legno che conteneva una pistola calibro 9 parabellum con matricola abrasa, 51 munizioni per armi di vario calibro e 22 cartucce per fucile calibro 12. Poco dopo la scoperta del ‘poligono di tiro’ per le leve spesso minorenni della criminalita’ organizzata. Sparsi sul pavimento del terrazzo qualche dozzina di bossoli di vario calibro (come sui pavimenti dei poligoni di tiro veri) e le antenne paraboliche circostanti sforacchiate dai colpi (come lo sono le sagome addestrative), altre pallottole conficcate nei muri di confine. L’arma rinvenuta e i bossoli sono stati inviati al Ris per una approfondita analisi balistica. (AGI) .



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -