Marocchino sorpreso a rubare spacca il naso a un carabiniere

Sorpreso a rubare in spiaggia, marocchino spacca il naso a un carabiniere
Notte agitata sulla spiaggia del Marano con un ladro che, per sfuggire all’arresto, ha rotto il setto nasale a un carabiniere.

Nella notte tra mercoledì e giovedì, una pattuglia dei militari dell’Arma di Riccione è intervenuta in viale D’Annunzio dove, un gruppo di turisti, aveva chiamato il 112 in quanto, una loro amica, era appena stata derubata della borsetta. Grazie alla descrizione fornita dalla vittima, poco dopo i carabinieri hanno notato l’autore del furto in una piadineria poco lontano. I militari dell’Arma hanno quindi fermato un marocchino 31enne che, per evitare l’arresto, non ha esitato a dare in escandescenza con calci e pugni e, con una gomitata, ha rotto il setto nasale a un carabiniere. Ammanettato e portato in caserma con l’accusa di lesioni e resistenza, nelle tasche del nordafricano è stato trovato un cellulare e 170 euro, entrambi appartenenti alla ragazza, per i quali lo straniero è stato denunciato a piede libero.

AGGIORNAMENTO

Agli arresti per aver picchiato un carabiniere, evade per festeggiare la Notte Rosa

Lo scorso 2 luglio il giudice del Tribunale di Rimini lo aveva condannato agli arresti domiciliari, da scontare nella sua abitazione di Bologna, per aver rotto il naso a un carabiniere. L’uomo, un marocchino 30enne, era stato scoperto dopo aver commesso un furto ai danni di una turista che si era vista sfilare la borsa sulla spiaggia. Nonostante il provvedimento, verso le 3 di sabato i carabinieri di Riccione hanno pizzicato il nordafricano che si divertiva nei locali della movida sulla spiaggia del Marano. Alla vista delle divise che lo avevano riconosciuto per averlo arrestato il giorno prima, il 30enne ha cercato di fuggire sulla battigia ma è stato raggiunto e bloccato. Anche in questa occasione, il marocchino ha dato in escandescenza iniziando a tirare calci e pugni per sfuggire all’arresto. Ammanettato, è stato portato in caserma in attesa del processo per direttissima.“

riminitoday.it

 



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -