Rapina ad Asti: tabaccaia uccisa a coltellate

Una tabaccaia è stata accoltellata stamane, ad Asti, nel suo negozio in corso Volta, probabilmente a scopo di rapina.  Lo scrive il messaggero.  Almeno dieci i colpi inferti dall’aggressore. Ad avvisare i Carabinieri un cliente che l’ha trovata a terra in un lago di sangue. La donna è stata ricoverata in ospedale in gravi condizioni, ma è morta qualche ora dopo.

Inutile il lungo e delicato intervento chirurgico al quale la donna era stata sottoposta per le profonde lesioni all’addome e al torace.

La tabaccaia accoltellata si chiama Maria Luisa Fassi, 54 anni. Secondo gli investigatori del comando provinciale dei carabinieri di Asti, che conducono le indagini, potrebbe non essere stata una rapina la causa dell’accoltellamento.

La donna ha ricevuto diverse coltellate all’addome e al torace, riportando gravi lesioni.

Operata all’ospedale “Cardinal Massaia”, è morta qualche ora più tardi. L’omicidio della tabaccaia ha fatto crescere la paura nella città piemontese, un tempo tranquilla: alla fine del 2014 un altro tabaccaio è stato ucciso a colpi di pistola, per rapina, e una decina di giorni fa, nel centro della città, un camionista è stato ucciso a colpo di cric, in pieno centro.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -