Ennesimo strafalcione della Boldrini alla Camera. Bianconi: “si dimetta”

La presidente della Camera Laura Boldrini ha espulso dall’Aula Maurizio Bianconi (Conservatori e riformisti) durante l’esame della legge di delegazione europea. Ma l’ex deputato di Fi non gradisce e, ricostruendo la vicenda, attacca frontalmente la presidente di Montecitorio.

boldrini

“Avevo chiesto alla presidente Boldrini di far esercitare all’onorevole Capezzone il suo diritto di parola – riporta Bianconi – con un intervento sul complesso degli emendamenti, alcuni minuti a disposizione per svolgere un ragionamento. La presidente si è scusata per la svista che non ha consentito a Capezzone di parlare ma ha negato di non avergli concesso il diritto di parola dicendo: ‘può parlare a titolo personale (max 1 minuto)’.

A questo punto mi sono sentito preso in giro e con me tutta l’Aula”. “La presidente – accusa Bianconi – ha negato a un deputato di parlare pur ammettendo gli errori dei suoi uffici e ha preteso di negare tale sopruso dicendo che gli dava la parola per un minuto. La reazione e’ stata veemente ma direttamente proporzionale al torto subito, all’ingiustizia perpetrata alla incapacità dimostrata. Le dimissioni della presidente Boldrini, anche se date in quest’istante, sono già con due anni di ritardo”.

Adnkronos



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -