Siria: il sedicente Stato islamico ha decapitato due donne per stregoneria

L’Isis ha decapitato due donne in Siria. E’ la prima volta che donne vengono uccise in questo modo dallo Stato Islamico. Lo rende noto l’Osservatorio siriano per i diritti umani, organizzazione con sede a Beirut.

L’episodio e’ avvenuto nella provincia di Deir Ezzor, ha riferito il capo dell’Osservatorio, Rami Abdel Rahman.

Erano state condannate a morte per ‘stregoneria’, secondo l’ong Osservatorio nazionale per i diritti umani (Ondus). Con loro sono stati decapitati anche i rispettivi mariti. Le esecuzioni sono avvenute nella citta’ di Deyr az Zor e ad Al Mayadin, nella stessa provincia.



   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -