Capotreno aggredito da tre “nuovi italiani” senza biglietto

Nuovo episodio di violenza sui treni lombardi. Un capotreno, 50 anni di Civate, nel Lecchese, e’ stato aggredito, colpito al volto, da tre giovani italiani di origine maghrebina. I ragazzi, due dei quali 17enni, sono stati bloccati nella stazione di Arcore, in provincia di Monza-Brianza, dai carabinieri del nucleo radio mobile della compagnia di Monza. La vittima ha riportato lievi contusioni al volto.

All’origine dell’aggressione – a meno di un mese da quella piu’ cruenta ad opera della gang di latinos, nella stazione di Villapizzone, nel Milanese – vi sarebbe stata la richiesta di mostrare il biglietto, del quale i tre erano sprovvisti. Gli investigatori sono ora al lavoro per ricostruire l’esatta dinamica dell’evento e ripartire le responsabilita’ all’interno del trio, nel quale figurano due soggetti con precedenti per reati contro il patrimonio. La circolazione e’ ripresa dopo circa un’ora, intorno alle 17.20. (AGI) .



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -