Tobruk avverte la UE: colpiremo con i caccia le vostre navi in acque libiche

All’indomani del varo della missione Ue contro gli scafisti, arrivano i primi distinguo. E’ giusto combattere i trafficanti di migranti ma l’Ue deve assicurare “la protezione delle vittime” e “l’accesso al territorio europeo”, ha detto l’Alto Commissario Onu per i rifugiati, Antonio Guterres.

Ma dalla Libia arriva un vero e proprio altola’. L’aviazione al servizio del governo filo-USA di Tobruk ha avvertito che le navi che entreranno nelle acque territoriali nazionali senza il permesso saranno bersaglio dei loro caccia.

caccia-libici-afp

Intanto la Commissione europea ha fatto sapere che difendera’ la sua proposta di un’agenda Ue quando questa sara’ sul tavolo del Consiglio europeo, giovedi’ e venerdi’, e “vuole vedere risultati presto”.

Ma la portavoce Margaritis Schinas non ha commentato le anticipazioni sulla bozza delle conclusioni del vertice dei capi di Stato e di governo. La Commissione aveva proposto a fine maggio scorso il ricollocamento obbligatorio fra i diversi paesi Ue di 40 mila richiedenti asilo giunti in Grecia e Italia a partire dal 15 aprile. Secondo la bozza delle conclusioni, ci sara’ accordo sul principio della redistribuzione di queste persone, ma i criteri per assegnarne un certo numero a ogni paesi dovranno essere discussi e decisi entro il mese di luglio. Secondo il ministro degli Esteri, Paolo Gentiloni, grazie “all’impulso del nostro Paese, l’agenda europea sull’immigrazione ha fatto passi in avanti, anche se limitati”. (AGI) .



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -