Orrore in Iraq: Isis chiude in gabbia 5 prigionieri e li fa annegare

Non sembra conoscere limiti la ferocia dei miliziani del sedicente Stato islamico (Is). Dopo le mutilazioni e le crocifissioni, i jihadisti hanno diffuso un nuovo video che mostra per la prima volta una nuova punizione per i loro prigionieri. Nel video, cinque presunte spie della coalizione internazionale anti-Is vengono filmate mentre ‘confessano’ la loro colpa, prima di essere rinchiuse in una gabbia e uccise per annegamento in una piscina, nei pressi di Mosul, in Iraq.

isis

Il video, con un logo in cui appare la bandiera dell’Is e la scritta ‘Provincia di Ninive’, ha il titolo enigmatico ‘Se tornate, torneremo’. E’ girato da professionisti, che indugiano su primi piani e inquadrature ‘suggestive’. Mostra la gabbia con i cinque prigionieri che viene calata lentamente nella piscina piena d’acqua con l’aiuto di una carrucola. Quattro telecamere montate sulle sbarre calano in acqua insieme alla gabbia e riprendono gli ultimi drammatici istanti di vita dei prigionieri.

In un’altra scena, lo stesso video mostra altre presunte spie, sempre in Iraq. Vengono rinchiuse in un’automobile che poi viene centrata da un razzo sparato da un militante dell’Is. In mattinata l’Osservatorio siriano per i diritti umani aveva dato notizia di un’altra esecuzione da parte dell’Is, questa volta in Siria, nella città orientale di al-Mayadin. Due minorenni sono stati crocifissi perché accusati di non aver rispettato il digiuno di Ramadan. adnkronis



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -