Papa: la disoccupazione giovanile è anche colpa di una chiusura psicologica

La mancanza di lavoro per i giovani, che rappresenta, “una vera e propria piaga sociale, in quanto priva i giovani di un elemento essenziale per la loro realizzazione e il mondo economico dell’apporto delle sue forze piu’ fresche”, non puo’ essere considerata solo un portato della crisi economica. C’e’ un problema culturale, una chiusura anche psicologica che penalizza i giovani. Ne e’ convinto Papa Francesco, secondo il quale “il mondo del lavoro dovrebbe essere in attesa di giovani preparati e desiderosi di impegnarsi e di emergere”.

“Al contrario – ha denunciato incontrando in Vaticano i Cavalieri del Lavoro – il messaggio che in questi anni essi hanno spesso ricevuto e’ che di loro non c’e’ bisogno. E questo e’ il sintomo di una disfunzione grave, che non si puo’ attribuire soltanto a cause di livello globale e internazionale”. L’economia italiana, ha ammmesso pero’ Bergoglio, “a seguito della crisi economico-finanziaria, ha conosciuto una pesante stagnazione e anche una vera recessione, in un contesto sociale gia’ segnato da disuguaglianze e dalla disoccupazione, in particolare quella giovanile”

La preoccupazione maggiore, ha aggiunto, e’ proprio per i giovani. Ed e’ per loro che bisogna mettere in campo nuove energie e progetti imprenditoriali, ha esortato. “Questo – infatti – ha effetti positivi sulle nuove generazioni e fa si’ che una societa’ ricominci a guardare avanti, offrendo prospettive e opportunita’, e quindi speranze per il futuro”.
“Quest’opera, per la quale siete stati insigniti dell’alta onorificenza, e’ piu’ che mai preziosa oggi”, ha assicurato Bergoglio ai Cavalieri del Lavoro. (AGI)



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -