USA, Virginia: sulla CBS arriva la prima giornalista velata in TV

 

Ha solo 21 anni, è stata già assunta da un’emittente della Virginia collegata alla Cbs dopo la laurea in giornalismo all’università del Maryland, ma Noor Tagouri ha già lanciato la sua sfida ai network americani, vuole essere la prima “anchor woman” di un tg americano ad indossare il velo. Perché per lei lo hijab non è un segno di debolezza, anzi: “mi dà forza, mi ha aiuta a fare quello che voglio”.

velata-Noor-Tagouri

Noor si fece conoscere sui social media nel 2012, quando era quindi studentessa universitaria pubblicando un post con un foto sua seduta, ovviamente con il capo scoperto, nello studio delle news dell’Abc di Washington, sotto le parole “my dream’. Il post divenne virale, ottenendo 96mila ‘like’ su Facebook, 62mila follower su Instagram e 17mila su Twitter.

Nonostante la sua determinazione, Noor – che vive a casa con il padre, medico, la madre e tre fratelli – non ha dubbi su come potrebbe comportarsi di fronte ad un eventuale scelta: “la mia identità per me è più importante del mio lavoro”, afferma esprimendo comunque la convinzione che la sua fede islamica, e la sua scelta di indossare il velo, non le creerà problemi con la sua carriera di giornalista televisiva.



   

 

 

1 Commento per “USA, Virginia: sulla CBS arriva la prima giornalista velata in TV”

  1. Si metta anche le mutande di latta, così la sua identità viene ulteriormente rafforzata ! Anche la “tollerante” America viaggia verso l’islamizzazione !

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -