Verbali segreti dell’antimafia inviati a un cronista dell’Espresso

espresso-Lirio-Abbate

 

Nella mailing-list della Direzione distrettuale antimafia di Palermo c’era pure l’indirizzo di un giornalista molto impegnato sul fronte antimafia: alcune delicate informazioni che i pm si erano scambiati nelle loro riunioni sono cosi’ finite a Lirio Abbate, siciliano ma che da anni vive a Roma, dato che lavora come inviato per L’Espresso.

Abbate (autore di scoop come quello che annuncio’ Mafia Capitale e che vive da anni sotto scorta) sostiene di non saperne nulla: “Lo apprendo in questo istante – dice all’Agi -.
Se e’ veramente successo, avranno mandato le mail a un indirizzo di posta elettronica che non apro mai”.

Un’impiegata della Procura, A.V., e’ stata pero’ trasferita a titolo cautelativo e un’inchiesta e’ stata aperta, su ordine del procuratore, Franco Lo Voi, con l’ipotesi di rivelazione di segreto delle indagini. Secondo i magistrati l’ipotesi piu’ plausibile e’ quella di un errore materiale o di un disguido tecnico. Ma l’indagine non tralascia altre possibili piste e non esclude nemmeno la possibilita’ di un’imbarazzante “trappola” per mettere in difficolta’ il vertice dell’ufficio.

Tra le mail che sono state inoltrate al giornalista anche una che conteneva le notizie riguardanti i pentimenti di due mafiosi palermitani e di un eritreo che collabora con i pm della Dda. Quest’ultimo sta dando informazioni sui traffici di esseri umani che passano per la Sicilia: L’Espresso nelle scorse settimane ha dedicato alla vicenda la propria copertina.

Abbate esclude di avere mai ricevuto questa e le altre mail della segreteria della Dda. In Procura si limitano a dire che gli accertamenti sono in corso. agi



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -