Venezia: 65enne invalida al 100%, l’Inps le vuole toglierle l’indennità

 

E’ invalida al 100% da otto anni, ora però si è vista togliere dall’Inps l’indennità d’accompagnamento. Come riporta Il Gazzettino infatti, la 65enne residente in Riviera del Brenta, è stata riconosciuta invalida dalla Commissione invalidi civili nel 2007, con successive verifiche nel 2011 e nel 2013.

Nel 2014 però l’Inps di Venezia, sulla base dei verbali delle commissioni, ha giudicato si la signora invalida al 100%, ma le ha anche tolto il diritto a beneficiare dell’indennità di accompagnamento. Una decisione che ha fatto rivolgere la signora al Tribunale del Malato della Riviera del Brenta, facendo ricorso contro la decisione dell’Inps.

A sua volta però, l’istituto nazionale previdenza sociale ha chiesto il rigetto del ricorso. Un tecnico nominato dal giudice ha infine rigettato la richiesta dell’Inps in quanto le condizioni di salute della signora non sono mai migliorate negli anni.

La storia sembrava finita fino a quando proprio l’ente ha inviato una lettera alla 65enne per chiedere la restituzione della somma, secondo loro, indebitamente percepita nel periodo 1 ottobre 2013 – febbraio 2014. L’ammontare della richiesta è di oltre 2 mila euro, una cifra che invece, secondo il Tribunale del Malato, è solo una parte dei soldi (il totale si attesterebbe sui 7 mila euro) che proprio la signora avanza come arretrati dall’Inps. (Da VeneziaToday)

today.it



   

 

 

1 Commento per “Venezia: 65enne invalida al 100%, l’Inps le vuole toglierle l’indennità”

  1. E si,l’INPS rivuole i soldi per darli a chi non ha mai lavorato in Italia….

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -