Regolamento di conti tra serbi e kosovari, rissa con spranghe e catene

Trieste – E’ stato fermato in via Battisti uno dei protagonisti della maxirissa tra bande scoppiata lunedì sera in via del Toro, rissa che ha coinvolto decine di persone, alcune delle quali di nazionalità balcanica, armate di spranghe e catene.

Scene di ordinaria follia  durante una rissa che ha visto coinvolte circa una trentina di persone, adulti e ragazzi, alcuni armati di spranghe, catene e bastoni. Purtroppo non era un set cinematografico, ma è Trieste alle 20.30 circa, in pieno centro città.

Regolamento di conti tra serbi e kosovari: indagano Polizia e Carabinieri

Non è stato ancora rivelato se il fermato sia uno dei protagonisti della furibonda rissa, né se è in stato di arresto, ma potrebbe essere un punto di partenza per risalire alle dinamiche dei fatti da cui sono scaturiti i commenti negativi dei triestini e politici.

Tornando a quelle che possono essere le cause della maxi-rissa, si tratterebbe di un regolamento di conti tra un gruppo di serbi e uno di kosovari: alla base dell’appuntamento ci sarebbe una rissa scaturita a Roiano quattro giorni fa, dove sarebbero rimasti feriti (in modo non grave e quindi senza intervento del 118 e forze dell’ordine) tre ragazzi di origine serba.

 



   

 

 

1 Commento per “Regolamento di conti tra serbi e kosovari, rissa con spranghe e catene”

  1. si è proprio vero, da anni si hanno vessazioni da parte dei kossovari, certe aree sono occupate da loro e dai serbi, gli stabilimenti balneari i due ultimi a Barcolla sono da anni occupati da questi kossovari, con sporcizia scritte urli e altro,

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -