La Francia propone di creare campi profughi in Italia e Grecia

 

Il ministro francese dell’Interno, Bernard Cazeneuve, “tenta di convincere il suo omologo italiano sull’opportunità di creare in Italia (e in Grecia) dei campi gestiti dall’Ue per distinguere i migranti economici dai richiedenti asilo già dal loro arrivo. I primi verrebbero immediatamente espulsi verso i loro Paesi d’origine, gli altri ripartiti tra i Paesi d’Europa”: lo scrive oggi il quotidiano Le Monde.

Si avvera il sogno della Boldrini: l’Italia diventerà un immenso un campo profughi

Secondo l’idea sostenuta da Parigi, prosegue Le Monde in un lungo articolo pubblicato oggi, “l’ufficio europeo per l’asilo e l’Alto commissariato per i rifugiati farebbero questa prima selezione e gli Stati studierebbero poi i dossier”.

Il giornale francese spiega poi che il blocco dei migranti tra Ventimiglia e Mentone è soprattutto dovuto alla situazione esplosiva a Parigi, dove nel giro di appena una settimana centinaia di africani sono stati evacuati per ben tre volte da altrettanti accampamenti di fortuna, dopo il primo sgombero del 2 giugno al Pont de la Chapelle, tra polemiche e denunce contro i metodi della polizia.”Un campo a Ventimiglia è meno mediatico che un accampamento di fortuna a Parigi…”, scrive Le Monde.

Sul piano interno, il presidente Francois Hollande – che domenica incontrerà il premier Matteo Renzi a Milano – ha chiesto al ministro dell’Interno, Bernard Cazeneuve di lavorare a un piano basato su tre punti fondamentali: come proporre una migliore accoglienza dei richiedenti asilo, come offrire alloggi di urgenza ai migranti, e come essere più efficaci per la loro espulsione. Una serie di proposte concrete dovrebbero essere annunciate nei prossimi giorni. ansamed



   

 

 

3 Commenti per “La Francia propone di creare campi profughi in Italia e Grecia”

  1. L’Italia propone di creare campi profughi in Francia….ma l’europa funziona solo a senso unico? sapevo che i francesi erano stronzi ma dopo aver causato la caduta della Libia minimo minimo dovrebbero portarseli tutti a casa loro. w la france.. ma va a cagare.

  2. La profezia del terzo mondo ,nel 1957 Francois Mitteran diceva SENZA L’AFRICA LA FRANCIA non avrà storia nel 20′ mo secolo IMPERO COLONIALE FRANCESE,TOGO ” TUNISIA “COSTA D’AVORIO MADAGASCAR ” RWANDA”ALGERIA “CONGO R.D.C,” MALY ” GUINEA CONAKRY ” CIAD ” BURUNDI ” REPUBLICA CENTROAFRICANA ” NIGER ” MAURITANIA ” BURKINA FASO ” ISOLE COMORES ” …ben 14 di questi paesi pagano tuttora una tassa COLONIALE FRANCESE ….E NOI FESSI ITALIANI DOBBIAMO
    M
    ANTENERE MEZZ’AFRICA

  3. I “profughi” se li prendano coloro che hanno rovesciato Gheddafi e promosso le “primavere arabe”, cioè Francia, gli Usa di obongo e il servo di sua Maestà, cameron insieme alla kulona teutonika !

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -