Imola rivuole il Gran premio di Formula 1, il sindaco Manca va da Ecllestone

 

Imola e il suo autodromo provano a riconquistare il Gran premio della Formula 1. Oggi a Londra il sindaco di Imola, Daniele Manca, ha parlato per un’ora del progetto direttamente al patron del circus del motori Bernie Ecclestone, numero uno Fia.

Il sogno di Imola e di Manca è quello di riportare la F1 nel circuito intitolato a Enzo e Dino Ferrari nel 2017. L’ultimo Gp risale al 2006 e da allora il circuito imolese non ha avuto vita facile. A vuoto sono andati i tentativi di ‘strappare’ la MotoGp a Misano, ma ora le cose sono cambiate, assicura Manca che sul piatto ha messo anche l’idea di un’alternanza con Monza: un anno il Gp si corre sulle rive del Santerno e l’altro in Lombardia, “come già hanno fatto in Germania”.

Manca rivedrà Ecclestone a settembre-ottobre, dopo il Gran premio d’Italia (fissato per il 6 settembre) per riprendere il filo del discorso. “Noi faremo ogni sforzo per tenere in Italia, prima ancora che a Monza, il Gp d’Italia. Quello che diciamo e’: ‘Fateci conoscere le regole d’ingaggio, fateci giocare questa partita e correre’- spiega Manca alla ‘Dire’- a Imola c’è una gestione nuova, con un patrimonio importante, anche pubblico e la garanzia di onorare gli impegni che ci prendiamo”. E la candidatura di Imola “non e’ contro gli altri autodromi, semmai assieme”, appunto con l’idea dell’alternanza. E Ecclestone? “Con lui- riferisce Manca- abbiamo verificato positivamente” un riscontro alla proposta imolese: “Ci ha confermato piu’ volte che non sarebbe mai venuto via, che e’ sempre stato bello correrci (a Imola, ndr)”, risponde Manca. (agenzia dire)

bolognatoday.it



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -