Austria: Respingere in Italia migranti senza documenti è routine che va avanti da anni

 

L’Austria non ha chiuso le frontiere con l’Italia e i respingimenti dei migranti che arrivano senza documenti da questo Paese sono un procedimento “routinario” applicato da anni. Lo ha dichiarato a Efe il ministero del’Interno austriaco, tramite il portavoce Karl-Heinz Grundböck. “Quando ci sono controlli e si incontra qualcuno che non abbia permesso legale di permanenza nell’Unione europea, lo si consegna al Paese da cui è entrato”, ha affermato.

Ha anche detto che è una questione che riguarda l’Italia, se essa lascia passare persone che non hanno il permesso di soggiornare nel territorio comunitario.Tuttavia, ha ammesso che l’aumento di migranti alla frontiera italiana negli ultimi giorni può essere ricondotto all’aumento dei controlli per il G7 in Germania e al fatto che il numero di arrivi quest’anno è maggiore che in passato.

Ieri la polizia austriaca ha intercettato 24 migranti, in maggioranza eritrei, poco dopo che erano entrati nel Paese. Li ha subito rimandati in Italia. tiscali



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -