Profughi Stazione Milano: in 2 ore riscontrati 30 casi di scabbia e altre malattie

30 casi di scabbia e altre malattie della pelle in stazione centrale a Milano. Anche un caso di malaria

E’ in piena attività, venerdì 12 giugno, il presidio sanitario istituito in stazione centrale dalla regione e dall’Asl per visitare i profughi e i migranti che sono arrivati negli ultimi giorni e che – in parte – si trovano ancora nel mezzanino e nei dintorni. Solo l’11 giugno quasi 500 persone, che in parte è stato possibile accogliere nell’auditorium della Casa della Carità aperto apposta e allestito con brandine.

C’è un sospetto caso di malaria e si sono contate 30 persone affette da scabbia e altre malattie della pelle in due ore, dalle 9 alle 11 di venerdì mattina. Sono state dirottate al centro Asl di viale Jenner per le cure.

Oggi  numerosi profughi che affollavano i due mezzanini della stazione  sono stati allontanati dalle forze dell’ordine e gli spazi sono stati chiusi con alcune reti. Lo sgombero dell’area è stato effettuato nella notte e confermato dal personale di sicurezza dell’area.

I profughi stazionano infatti all’esterno, appena fuori dall’ingresso, nella cosiddetta Galleria delle carrozze, in una situazione di evidente disordine e disorganizzazione.

Pisapia: “La stazione ha ritrovato la sua dignità” – “Si stanno facendo dei passi avanti, intanto la stazione ha ritrovato la dignità e stiamo cercando di ripulirla”, ha detto il sindaco di Milano, Giuliano Pisapia, dopo aver partecipato a una riunione del Comitato per l’ordine e la sicurezza alla stazione. Sulla chiusura del mezzanino che ospitava centinaia di migranti, il primo cittadino ha replicato che si sta risolvendo un’emergenza molto grave. All’insistenza dei cronisti sul fatto che molti profughi sono ora nell’androne esterno ha risposto “c’è chi parla e c’è chi opera. Noi stiamo lavorando”.



   

 

 

1 Commento per “Profughi Stazione Milano: in 2 ore riscontrati 30 casi di scabbia e altre malattie”

  1. Mai stato a Milano.

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -