Save the Children espulsa dal Pakistan con l’accusa di spionaggio

Save-the-ChildrenSave the Children è stata espulsa dal Pakistan con l’accusa di spionaggio. Lo ha riferito la stessa ong in una nota, precisando che la polizia ha messo i sigili alla sede dell’organizzazione nella capitale Islamabad e chiuso l’ingresso. Il personale ha ora 15 giorni per lasciare il paese.

L’organizzione, che opera in Pakistan da 35 anni, ha iniziato ad avere problemi con le autorità locali nel 2011. Per l’intellligence di Islamabad Save the Children ha avuto collegamenti con il medico pakistano Shakil Afridi, reclutato dalla Cia nell’operazione che ha portato all’uccisione del leader di al-Qaeda, Osama Bin Laden. Già allora era stata decretata l’espulsione del personale dell’ong dal paese, ma poco dopo il ministero dell’Interno pakistano aveva optato per una ”sospensione temporanea” del decreto.

Ci opponiamo con fermezza a questo provvedimento e le nostre preoccupazioni aumentano ai massimi livelli”, ha commentato l’ong che dice di lottare per migliorare la vita dei bambini. “Tutto il nostro lavoro – è aggiunto nella nota – è stato progettato in stretta collaborazione con i ministeri del governo in tutto il paese e mira a rafforzare i sistemi di erogazione dei servizi pubblici nei campi della salute, della nutrizione, dell’istruzione e del benessere dei bambini”

Adnkronos



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -