Immigrati, Renzi provoca: “Basta paure, non possiamo chiuderci in casa”

renzi

 

E’ sempre acceso il dibattito politici sull’immigrazione, soprattutto alla luce degli episodi nelle stazioni di Milano e di Roma. “Non si può pensare che la globalizzazione sia il pretesto per rinchiudersi. Nel mondo di oggi ci sono tanti che abbaiano alla luna, vivono sulle paure e pensano che l’unica dimensione sia chiudersi a chiave in casa. Non è così”.

Lo ha detto il premier Matteo Renzi parlando nella sede della Regione Lombardia, seduto accanto a Roberto Maroni. “Non si riferiva a me, io uso il cervello, ma purtroppo non c’è peggior sordo di chi non vuole sentire”, ha infatti risposto ai giornalisti l’ex leader della Lega, che in questi giorni ha duramente polemizzato col governo per la gestione dei profughi.

Secondo Maroni, specie dopo l’aggressione con un machete a un macchinista di un treno ieri sera a Milano, in Italia in questo periodo “la paura c’è e deriva da fatti concreti, non da chiacchiere: il governo deve intervenire e non so che cosa aspetta“. Un intervento che il presidente della Lombardia ha ribadito necessario per gestire in maniera differente l’ accoglienza dei profughi. “Penso che non sia una gestione da paese civile quella attuale – ha concluso -, l’ho detto anche a Renzi. Dove vanno messi gli immigrati? In luoghi idonei, non lasciati a bivaccare nelle stazioni”.



   

 

 

1 Commento per “Immigrati, Renzi provoca: “Basta paure, non possiamo chiuderci in casa””

  1. Renzi fa l’impavido…certo con 10 guardie del corpo, anche io mi sento un leone !

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -