Grecia: nel 2015 arrivati oltre 1.000 clandestini al giorno

I clandestini arrivano e già ci sono i soci ONU ad aspettarli

 

New video and images from our colleagues (soci ONU) in Lesvos, Greece – an island where some 300 people are coming ashore every day in search of just one thing: safety. More than 7,200 refugees, mainly from Syria, Afghanistan and Iraq arrived in Greece during the month of May.

Posted by UNHCR on Giovedì 11 giugno 2015

 

Dall’inizio di quest’anno sono sbarcati o entrati illegalmente in Grecia oltre 1.000 migranti in media ogni giorno per un totale di circa 50mila persone per cinque mesi, molto al di sopra del numero complessivo di migranti arrivato in tutto il 2014. Lo riferiscono oggi i media locali citando le autorità elleniche confermando che quest’anno la Grecia è al secondo posto dopo l’Italia per arrivi di immigrati clandestini.

Grecia: il tasso di disoccupazione sale al 26,6%

Grecia: “Il conto della disperazione? Diecimila suicidi in 5 anni”

La guardia costiera greca ha reso noto inoltre che 670 migranti sono stati salvati dalle prime ore di ieri nel Mar Egeo orientale e a sud dell’isola di Creta, dove 263 persone sono state trovate a bordo di un piccolo natante e soccorse. Altri 361 migranti sono stati individuati dopo che erano già sbarcati sull’isola di Lesbo. Sempre secondo le fonti, quest’anno circa nove migranti su 10 provengono da Paesi del Medio Oriente dove vi sono conflitti in atto – principalmente la Siria – e dall’Africa. Dall’inizo di quest’anno, oltre 100mila persone hanno attraversato il Mediterraneo dirette in Europa; di queste circa 2.000 sono morte o risultano disperse in mare. (ANSAmed).



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -