Grasso: aggressione a capotreno non c’entra con l’immigrazione. Bisogna accogliere

grasso

 

C’è “un’esigenza assoluta di accoglienza” e “occorre una coesione sociale e una solidarietà da parte di tutte le istituzioni e gli enti locali, Regioni, Comuni, per cercare di affrontare questo problema”. Lo ha detto il presidente del Senato Pietro Grasso rispondendo ad una domanda sull’immigrazione durante una visita all’Expo.

Il presidente del Senato, Pietro Grasso, ha definito “un atto assolutamente folle” quello dell’aggressione di un capotreno di Trenord a Milano a colpi di machete da parte di un gruppo di sudamericani, ma ha invitato a non confondere con il problema dell’immigrazione: “Non possiamo che dare la nostra umana solidarietà. È un atto folle, assolutamente folle che però non deve farci confondere con il problema dell’immigrazione. Bisogna tenere distinte le due cose“.”È un episodio di una follia enorme – ha ribadito Grasso in visita a Expo 2015 – non si può rispondere alla richiesta di un biglietto con un colpo di machete e questo è assolutamente imprevedibile in qualsiasi parte del mondo. Lo dobbiamo dire con forza: non c’entra niente con tutto il resto dei problemi”.



   

 

 

4 Commenti per “Grasso: aggressione a capotreno non c’entra con l’immigrazione. Bisogna accogliere”

  1. Grasso conosce gli aggressori, per cui distingue nettamente l’aggressione col macete dalla immigrazione? Allora impari a spiegare le cose agli ignoranti che non sanno. Tenga conto che la gente vuole capire e non crede più per fede. E’ ormai tempo che in ogni cosa la fede venga lasciata fuori. Solo il Padreterno può pretendere da noi la fede. Ma io neppure al Sommo la concedo. Perché l’aggressione non ciazzecca con gli immigrati?

  2. Perchè il signor Grasso non se ne porta qualcuno a casa sua e potrebbe far breccia anche ai suoi colleghi ben pagati da noi cittadini così facendo ci darebbe il buon esempio come qualsiasi Politico attualmente al governo? si attendono risposte o fate come la Moretti del PD che predicava bene e razzolava male sugli immigranti ad occhio sono circa un 30% ma per essere corretti il 70% sono tutti clandestini, troppo facile parlare con il fiato qui ci vogliono i fatti che i signori x modo di dire non sono capaci di fare perché o per incompetenza o qualche cosa che non è dato a sapere, chi lo sa?

  3. Se ci tiene tanto ad accogliere questi immigrati, perché non da l’esempio di accoglienza ospitandone almeno alcuni a casa propria?

  4. esigenza di chi? La situazione vi è sfuggita di mano, ecco la verità, e non sapete come risolverla, L’Europa vi ride dietro.

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -