Decimomannu: scontri davanti alla base aerea, 12 agenti feriti

Sono 12 i feriti negli scontri avvenuti ieri durante una manifestazione “antimilitarista” di sedicenti pacifisti . Otto sarebbero i poliziotti, alcuni dei quali con ferite lievi e altri con contusioni più serie, quattro i carabinieri raggiunti  da un fitto lancio di pietre da parte di alcuni manifestanti, tra i quali vi sarebbero anche black bloc arrivati dalla penisola.

no-basi

Alcuni hanno tentato di entrare nel perimetro della base. Il clima si è surriscaldato prima in mattinata, con l’occupazione della Statale 130, e poi dopo il tentativo di irruzione da parte di alcuni gruppi di manifestanti – complessivamente circa 500 partecipanti – che avrebbe ha tentato di entrare nel perimetro della base.

Non si può escludere che anche tra i manifestanti ci sia qualche contuso o ferito. In serata il corteo, di circa 500 peersone, è ritornato nel punto di raccolta al Parco Santa Greca da cui era partito. Le forze dell’ordine continueranno a presidiare la zona.
La manifestazione è stata organizzata dalla rete “No basi né qui né altrove”, e ora la protesta contro le strutture militari si estende a macchia d’olio in tutta l’Isola. Il 15 giugno è in programma a Cagliari un sit-in anti basi, nella piazza del Carmine. Mentre nei mesi scorsi il corteo dei manifestanti ha riguardato il poligono di Teulada, sulla costa sud occidentale.
https://youtu.be/QmW9c-s-5ic

Il Siulp: «I black bloc potevano provocare una carneficina»

“Quello che è accaduto oggi nelle campagne circostanti il lato sud della base aerea di Decimomannu da parte di black bloc è incredibile. Soltanto la grande professionalità del Reparto Mobile, della Digos, della Squadra Mobile e della Polizia scientifica, magistralmente dirette dal vicequestore vicario Ferdinando Rossi, e dai dirigenti Alfonso Polverino e Domenico Chierico ha evitato una carneficina”.

Lo dice all’ANSA il segretario regionale del Siulp, Salvatore Deidda, in merito agli scontri nel corso della manifestazione antimilitarista a Decimomannu, ad una ventina di chilometri da Cagliari.
“Non è possibile che 100 teppisti abbiamo impegnato così tante forze di polizia ingaggiando una guerriglia nelle campagne circostanti l’aeroporto militare – aggiunge il poliziotto sindacalista – un grazie va a tutti i colleghi impegnati in una lavoro massacrante sia dal punto di svista fisico che mentale”.



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -