Roma: presunti richiedenti asilo fuggono all’arrivo della polizia. Perché?

profughi-roma-tiburtina

 

Roma – Tensione a Tiburtina fiore all’occhiello delle Ferrovie che in quanto a degrado fa invidia a Milano Centrale.
Un centinaio i clandestini presunti richiedenti asilo, all’arrivo della polizia si è scatenato un fuggi fuggi generale ed hanno opposto resistenza.
La polizia ne ha caricati 18 e portati all’ufficio immigrazione di via Patini e identificati. Spariti gli altri che stazionavano da quattro giorni alla stazione. Secondo quanto si apprende la loro posizione è al vaglio della polizia, ma pare siano eritrei richiedenti asilo.

Allora ci dobbiamo chiedere; se è vero che fuggi da una guerra, se è vero che cerchi rifugio per quale motivo fuggi? Per quale motivo fai resistenza alla Polizia?



   

 

 

1 Commento per “Roma: presunti richiedenti asilo fuggono all’arrivo della polizia. Perché?”

  1. Questo forse è l’ultimo commento, in quanto e più di un anno che dico che questi non sono persone che fuggono dalla guerra questi fuggono dal lavoro, e dalle leggi nei loro paesi, e se vengono in Italia il motivo c’è e lo sappiamo tutti, compreso i Politici del PD, i volontari, la CRI, altre false associazioni a scopo di lucro vedi Roma capitale con i PD in testa alla cordata, vedi pure chi fa finta di non sapere nulla, purtroppo siamo amministrati da gente incompetente e che anno paura di alzare la voce se no perdono le poltrone da sotto il SEDERE. Ma non vedo più nessun altro commento sia su questo tema che in altre cose che non vanno, non so il perché e non sta a me dire x i vari motivi, ma la cosa mi sembra strana.

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -