Violenze sessuali di gruppo, stupri e filmati pedopornografici in un asilo

Violenze sessuali di gruppo, stupri reiterati e filmati pedopornografici: tutto sarebbe accaduto tra le mura della scuola materna. Il pubblico ministero Cristina Giusti ha chiuso le indagini sui presunti abusi ai danni di alcuni bambini della scuola d’infanzia di Coperchia: sei gli indagati tra bidelli e personale amministrativo in servizio all’asilo finito.

L’avviso di conclusione delle indagini è stato notificato ai due bidelli della materna A.A., arrestato ma scarcerato dopo soli 19 giorni dal Riesame, e A.G., assistiti dagli avvocati Michele Sarno e Domenico Fasano; ai due addetti alle pulizie L. D. e A.R. difesi dagli avvocati Gerardo Di Filippo e Roberto Lanzi; all’impiegato amministrativo P.A. e all’insegnante C.E. difesa dall’avvocato Raffaele Di Palo.

Tutti, ad esclusione della maestra, sono accusati di violenza sessuale di gruppo e di pedopornografia per aver costretto i bambini, della tenerissima età, a subire vere e proprie violenze confermate dai piccoli nel corso dell’incidente probatorio quando i minori ricostruirono l’inferno degli abusi. MATTINO

Vogliono abituare i bambini al sesso per sminuire il reato di pedofilia

Pluricondannato per pedofilia, lavorava come bidello al fianco dei bambini



   

 

 

1 Commento per “Violenze sessuali di gruppo, stupri e filmati pedopornografici in un asilo”

  1. vuoi lavorare con i bambini?mi porti il certificato penale.

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -