Russia: scultura di Gesù fatta di spazzatura, diocesi la fa distruggere

Una scultura fatta di spazzatura e rappresentante Gesu’ in Croce e’ stata distrutta a Omsk, in Siberia, su richiesta della diocesi ortodossa locale. Lo ha riferito la radio Eco di Mosca, che ha intervistato il gallerista Vasili Melnichenko, organizzatore della mostra “Spazio della molteplicita’”, che esponeva la discussa opera.

cristo

 

“Si trattava di una replica del Cristo di Rio de Janeiro – ha spiegato Melnichenko – dietro questa installazione vi e’ l’idea che la scultura si trasforma in spazzatura, l’epoca in cui viviamo da’ luogo a una serie di fenomeni sociali e politici che stanno iniziando a distruggere l’archivio culturale”.
L’obiettivo, quindi, era dimostrare che anche un monumento conosciuto in tutto il mondo, come il Cristo Redentore in Brasile, puo’ trasformarsi in spazzatura se non si interviene. Un metodo meno squallido non potevano trovarlo.

A detta dell’organizzatore, la diocesi di Omsk-Tara che si era lamentata della mostra, si sarebbe gia’ rivolta al centro “E”, preposto a combattere l’estremismo, a cui ha presentato formale denuncia. Non si tratta del primo caso in cui la Chiesa ortodossa russa entra in conflitto con pagliacciate spacciate per manifestazioni di carattere culturale. L’ultimo scandalo, finito anche sui media internazionali, ha travolto il direttore del teatro dell’opera di Novoribirk, Boris Mezdrich, licenziato dopo aver messo in scena una produzione del Tannhauser di Wagner contestata dalle autorita’ religiose.



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -