Mosul, Isis trasforma la chiesa di Sant’Efrem in moschea

chiesa-mosul

 

A un anno dalla conquista di Mosul, in Iraq, avvenuta tra il 9 e il 10 giugno del 2014, l’Isis ha annunciato l’imminente apertura della “moschea dei mujaheddin”, ricavata dalla trasformazione della ex chiesa dedicata a Sant’Efrem, uno dei luoghi cristiani più grandi della città. Lo riferisce l’agenzia Fides citando fonti locali.

A novembre la chiesa siro-ortodossa era stata svuotata dei suoi arredi interni, con i banchi e altre suppellettili messe in vendita nell’area antistante il luogo sacro. Subito dopo la conquista della città, poi proclamata capitale dello Stato islamico, i miliziani avevano scelto la chiesa di Sant’Efrem come sede del Consiglio di stato. La croce che svettava sulla cupola era stata divelta.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -