Razzismo: Algerino picchia il figlio 15enne perché ha la ragazza italiana

Violenza domestica a Vigevano: picchia figlio adolescente perché ha la ragazza italiana

 

Pur di impedire al figlio adolescente di frequentare la sua fidanzata, coetanea italiana, ha perpetrato una serie di maltrattamenti sia fisici sia psicologici, nonché minacce e percosse, per circa un anno. Ma grazie alla moglie (e madre), che ha preso le difese del ragazzo e ha trovato il coraggio di denunciare il consorte, i carabinieri vigevanesi hanno posto fine alle violenze domestiche.

Il giovane (15enne) aveva conosciuto la sua coetanea tramite amicizie comuni e i due si erano messi insieme nel settembre del 2014. Il padre del ragazzo, sulle prime, ha lasciato correre, pensando ad un flirt di poche settimane: ben presto, però, ha cominciato a frapporsi alla storia d’amore, vietando al figlio di uscire di casa o obbligandolo a portarsi dietro il fratello di 9 anni.

Secondo l’uomo, A.H., 56enne di origine algerina, le ragazze italiane “non sono serie” e “vanno bene solo per divertirsi” perché “non hanno abbastanza valori”. La ragazza in questione, poi, almeno dalle foto su un social network risultava, per i suoi gusti, avere troppi tatuaggi e quindi – in sostanza – essere troppo occidentale.

I litigi in famiglia si sono fatti sempre più frequenti. Non di rado il 15enne è stato malmenato dal padre, che ne ha avute anche contro la moglie, “rea” di prendere le difese del figlio. Ad aprile madre e figlio si sono decisi a denunciare A.H.: i carabinieri hanno provveduto, d’intesa con l’autorità giudiziaria, a collocare la donna e i due figli in una struttura protetta, denunciando l’uomo per maltrattamenti in famiglia e verso fanciulli: ora i giudici potrebbero stabilire, per il 56enne, l’allontanamento dalla casa familiare.

milanotoday.it



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -