Ennesima rivolta di clandestini su nave della Marina, “Proteggere gli equipaggi”

IMMIGRAZIONE, COMELLINI (PDM): EQUIPAGGIO NAVE SPICA HA SEDATO RIBELLIONE DURANTE NAVIGAZIONE VERSO POZZALLO – ACCERTARE I FATTI E PUNIRE I RESPONSABILI. LA MARINA MILITARE ADOTTI URGENTI MISURE A PROTEZIONE EQUIPAGGI E UNITÀ NAVALI.

da Tutela dei diritti dei Militari e Forze di Polizia

sbarchi

1 giugno – “Sono stato informato che l’equipaggio della nave Spica della Marina militare durante la navigazione verso il porto di Pozzallo, dove ieri ha sbarcato 1.019 migranti, sarebbe riuscito a fatica a domare la rivolta messa in atto da un considerevole numero di stranieri che si trovavano sistemati sul ponte di volo. Il fatto sarebbe avvenuto dopo un principio di incendio prontamente domato dai militari e quanto accaduto sarebbe stato filmato da alcuni membri dell’equipaggio.” -

Lo dichiara Luca Marco Comellini, Segretario del partito per la tutela dei diritti di militari e Forze di polizia (Pdm) -

“Mi risulta che non sia la prima volta che si verificano degli atti di protesta da parte dei migranti nei confronti degli equipaggi delle unità navali impegnate nelle operazioni di soccorso – prosegue Comellini – e se anche questa volta il fatto riferitomi risulterà vero, e non ho alcun motivo di non crederlo tale, allora è chiaro che gli aggressori dovranno essere identificati e puniti ma contemporaneamente bisognerà anche verificare l’esistenza di eventuali responsabilità di coloro che hanno messo in pericolo la sicurezza della nave Spica e dell’intero equipaggio permettendo che fosse imbarcato un così elevato numero di migranti a bordo di una unità navale che non è certamente attrezzata per il trasporto passeggeri il cui equipaggio è composto da soli sessanta militari.

Cosa sarebbe accaduto – domanda Comellini – se i migranti si fossero impossessati della nave da guerra? Oppure in caso di incendio non controllato quanti morti ci sarebbero stati se si fosse reso necessario abbandonare la nave che, sicuramente, ha dotazioni di salvataggio calibrate in base alla consistenza dell’equipaggio? Forse – conclude – è il caso che la Marina militare adotti delle urgenti misure a protezione degli equipaggi e delle sue navi da ogni possibile rischio prima che sia troppo tardi.”



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -