“Abbassa il volume”, ragazzo italiano massacrato da un marocchino

È in gravi condizioni il ragazzo di Ospedaletto Euganeo che ieri è stato pestato a sangue da un uomo marocchino.

 

Il ragazzo, come racconta il Gazzettino, “era andato in spiaggia con la fidanzata e i due avevano deciso di tornare nella Bassa Padovana verso le 18.30. Mentre erano incolonnati sulla strada che collega Rosolina a Porto Caleri, però, sono stati avvicinati dal conducente di un’altra vettura”.

Il conducente, “un marocchino di circa 35 anni, palestrato e con i capelli rasati a zero – racconta Laura, la fidanzata del giovane finito in ospedale – si è avvicinato alla nostra auto e ci ha intimato di abbassare la musica”.

Il racconto di Laura è drammatico: “Secondo me voleva solo provocarci infatti ha sputato in faccia al mio ragazzo, anche se avevamo abbassato il volume dell’autoradio. Non abbiamo fatto in tempo neppure ad aprire bocca – ricorda Laura – e questo marocchino ha sferrato tre pugni violentissimi alle tempie del mio fidanzato, che è crollato a terra”.

«Aveva perso la memoria, anche se sembrava stare bene – spiega Laura – ma in pronto soccorso hanno scoperto che aveva un ematoma nel cervello. È stato operato ed è in prognosi riservata, anche se non versa il pericolo di vita».

Il marocchino si è dato alla fuga. Ora Laura ha sporto denuncia ai carabinieri e, inoltre, ha lanciato un appello su Facebook per rintracciare il marocchino.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -