“Abbassa il volume”, ragazzo italiano massacrato da un marocchino

È in gravi condizioni il ragazzo di Ospedaletto Euganeo che ieri è stato pestato a sangue da un uomo marocchino.

 

Il ragazzo, come racconta il Gazzettino, “era andato in spiaggia con la fidanzata e i due avevano deciso di tornare nella Bassa Padovana verso le 18.30. Mentre erano incolonnati sulla strada che collega Rosolina a Porto Caleri, però, sono stati avvicinati dal conducente di un’altra vettura”.

Il conducente, “un marocchino di circa 35 anni, palestrato e con i capelli rasati a zero – racconta Laura, la fidanzata del giovane finito in ospedale – si è avvicinato alla nostra auto e ci ha intimato di abbassare la musica”.

Il racconto di Laura è drammatico: “Secondo me voleva solo provocarci infatti ha sputato in faccia al mio ragazzo, anche se avevamo abbassato il volume dell’autoradio. Non abbiamo fatto in tempo neppure ad aprire bocca – ricorda Laura – e questo marocchino ha sferrato tre pugni violentissimi alle tempie del mio fidanzato, che è crollato a terra”.

«Aveva perso la memoria, anche se sembrava stare bene – spiega Laura – ma in pronto soccorso hanno scoperto che aveva un ematoma nel cervello. È stato operato ed è in prognosi riservata, anche se non versa il pericolo di vita».

Il marocchino si è dato alla fuga. Ora Laura ha sporto denuncia ai carabinieri e, inoltre, ha lanciato un appello su Facebook per rintracciare il marocchino.



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -