ISIS, Gentiloni: lavoriamo per la protezione dei siti UNESCO

 

La coalizione anti-Isis e in particolare l’Italia stanno collaborando con l’Unesco per la protezione dei siti archeologici nei territori controllati dai miliziani jihadisti.

Stranissimo. Non riescono a proteggere civili e cristiani massacrati o bambini usati come kamikaze, ma sanno di poter proteggere i siti archeologici?

 Isis: in un video 14enne siriano torturato e frustato dai jihadisti (non sono riusciti a proteggerlo)

Isis: Gulmurod Khalimov è stato addestrato negli USA

Isis, polizia Diyala: i jihadisti reclutano bambini come kamikaze (non sono riusciti a proteggerli né risulta che la coalizione stia pensando di farlo)

Eppure oggi, alla riunione della coalizione contro il gruppo terroristico ha partecipato la direttrice generale dell’Unesco, Irina Bokova, e il ministro degli Esteri, Paolo Gentiloni, la incontrera’ nel pomeriggio nella sede dell’organizzazione a Parigi. “Il ministero degli esteri e quello della Cultura – ha spiegato Gentiloni al termine della riunione al Quai D’Orsay – hanno lavorato molto per lanciare l’idea della protezione internazionale dei siti archeologici. Stiamo realizzando con l’Unesco e il governo iracheno un database di tutti i siti a rischio”.

Inoltre, l’Italia e’ alla guida, con gli Stati Uniti e l’Arabia Saudita, del gruppo internazionale per il contrasto al finanziamento dell’Isis: “Stiamo lavorando anche contro il contrabbando, perche’ negli ultimi mesi si e’ scoperto che una delle 5 o 6 fonti di finanziamento piu’ importanti e’ proprio il contrabbando delle opere d’arte e di beni archeologici”.

Nell’incontro con i colleghi della coalizione anti-Isis a Parigi, Gentiloni ha constatato “l’enorme consapevolezza fra tutti i Paesi della coalizione di quanto la difesa del patrimonio stia a cuore a tutti i governi occidentali e arabi”.



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -