Renzi: il condannato De Luca è eleggibile. Con lui salirebbe il Pil

 

C’è anche il candidato presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca nella lista degli impresentabili della commissione Antimafia. De Luca reagisce alla notizia denunciando la presidente della commissione Rosy Bindi per diffamazione e sfidandola a un pubblico dibattito “per sbugiardarla”, fa sapere il suo staff.

Matteo Renzi – “Per quello che rigaurda la legge Severino applicata a casi in primo grado ci sono stati due casi: uno quello di De Magistris e uno per il consigliere regionale della Puglia, Amati. In entrambi i casi un tribunale, uno amministrativo e uno civile, li hanno ri-immessi in ruolo.
E’ normale che De Luca dica che ha diritto allo stesso trattamento. De Luca e’ candidabile e eleggibile, a norma di legge, e poi i campani decideranno”. Lo ha detto Matteo Renzi a Virus.

Il presidente del Consiglio ricorda che “la vicenda deli ‘impresentabili’ riguarda 17, 31, 13 candidati che una commissione parlamentare considera non candidabili. Nessuno di quelli comunque entrera’ in Consiglio regionale perche’ in questo caso non c’e', purtroppo, il meccanismo dell’Italicum ma ci decine di liste e, fisiologicamente, beccano qualcuno che era meglio lasciare a casa”. Ma De Luca “ha un procedimento aperto non passato in giudicato, e da segreterio Pd dico che e’ stato scelto dalle primarie ed e‘ stato un sindaco di Salerno straordinario: se il mezzogiorno fosse stato governato come Salerno, guardate alle opere pubbliche sbloccate, ci sarebbe il Pil piu’ alto“.
De Luca, dunque, “ha governato straordinariamente bene e se governera’ la Campania fara’ un lavoro strepitoso. Poi se i campani scelgono di farsi governare ancora da Caldoro ne prenderemo atto”. (AGI) .



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -