Immigrati, Medici per i Diritti Umani: cara di Mineo non dignitoso

Il Centro di accoglienza per richiedenti asilo (CARA) di Mineo, la struttura di accoglienza che ospita in assoluto il maggior numero d’immigrati in Europa, fino a 4 mila, “è un modello incompatibile con la dignità della persona”. Lo hanno sottolineato i ‘Medici per i Diritti Umani’(Medu) in audizione alla Commissione parlamentare d’inchiesta sui centri per migranti.

Cara di Mineo - villette con parabole

Cara di Mineo – villette con parabole

Sovraffollamento. Isolamento della struttura rispetto al territorio. Tempi medi di permanenza di 18 mesi in attesa del completamento della procedura di riconoscimento della protezione internazionale (contri i 35 giorni previsti dalla legge): questi i problemi del Cara sottolineati dall’associazione, ma anche la mancata iscrizione dei richiedenti asilo al Servizio sanitario nazionale (in contrasto con la normativa vigente).

Disfunzioni nella fornitura ed accesso ai servizi di supporto psicologico e legale. Fenomeni di degrado, illegalità e violenza difficilmente gestibili come riconosciuto dalle stesse forze di polizia.

Centro immigrati Mineo, con palme e climatizzatori

Centro immigrati Mineo, con palme e climatizzatori

Cara di Mineo - Palestra e ludoteca per figli di immigrati

Cara di Mineo – Palestra e ludoteca per figli di immigrati

 

Campo di calcio al cara di Mineo

Campo di calcio al cara di Mineo

 

Preghiera islamica nel centro di accoglienza di Mineo

Preghiera islamica nel centro di accoglienza di Mineo

 



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -