La mamma del piccolo Tommy: “Alessi presto fuori, l’ergastolo è per me”

 

tommy

 

Nove anni dopo il rapimento e l’omicidio del piccolo Tommaso Onofri, la ferita nel cuore della madre, Paola Pellinghelli, continua a sanguinare. La possibilità che presto Mario Alessi, il muratore accusato con due complici di aver ucciso il piccolo di 18 mesi nel 2006, possa accedere al lavoro esterno al carcere, dove sta scontando l’ergastolo, acuisce il suo dolore, ma trova la forza di sfogarsi ai microfoni della trasmissione Tv “Quarto Grado”.

Cominciano, infatti, ad avvicinarsi per Alessi i termini per accedere al lavoro esterno; gli avvocati del condannato presenteranno la domanda e la loro richiesta per i permessi potrebbe essere accolta nel 2016. “Questo è inaccettabile – afferma la mamma di Tommy -perché l’egastolo al quale è stato condannato lui, lo sconterò io”.



   

 

 

1 Commento per “La mamma del piccolo Tommy: “Alessi presto fuori, l’ergastolo è per me””

  1. Ho seguito con ansia e timore per questo bambino compreso i suoi genitori, già e stato sconvolgente l’accaduto che tutti sappiamo ma se la notizia riportata e vera sarebbe ancora più sconvolgente e allucinante ma come si può dare il permesso di uscita anche per il lavoro a queste bestie che hanno ammazzato un bambino di 18 mesi ma i Giudici dove sono? e poi gli avvocati di questo condannato presenteranno ma cosa dovrebbero presentare io lo saprei! da ignorante in materia dico solo che questa è una vera ingiustizia.

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -