UE: riprendono le trattative per l’adesione della Turchia

Dopo due anni di stop, i travagliati negoziati di adesione fra Unione europea e Turchia potrebbero “molto presto” fare un passo in avanti. É quanto emerge dall’ultima riunione del Consiglio di associazione Ue-Turchia, oggi a Bruxelles, a margine della riunione dei ministri degli esteri e della difesa dei 28.

turchia

 

Secondo il commissario europeo all’allargamento, Johannes Hahn, “c’è la possibilità che venga aperto molto presto il capitolo 17 dei negoziati di adesione”, quello relativo alla politica economica e monetaria. “Entro giugno al massimo” la Commissione europea consegnerà il suo rapporto su questo dossier al Consiglio Ue, ha riferito Hahn, che spera quindi di “cominciare presto” questi negoziati.

“C’è la necessità di sviluppare un dialogo di alto livello sull’economia – ha detto Hahn – e aprire il capitolo 17 dei negoziati di adesione lo supporterebbe”. “Siamo determinati nel processo di riforme, ma il ritmo dei negoziati è ben lontano da quello che vorremmo, perché ostacolato dagli Stati membri” ha sottolineato il ministro degli esteri turco, Mevlut Kavusoglu, che ha aggiunto: “Occorre superare i colloqui tecnici senza ulteriore ritardo”. Fra l’altro Ue e Turchia stanno “studiando opzioni per aggiornare l’unione doganale e risolvere le controversie commerciali pendenti” ha detto il commissario europeo all’allargamento. “Saremo in grado di modificare l’Unione doganale l’anno prossimo” ha annunciato Volkan Bozkir, ministro turco per gli affari europei.(ANSAmed)



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -