Ue avverte l’Italia: “Conti a rischio, servono misure aggiuntive”

 

La Commissione europea lancia un avvertimento all’Italia: esiste “il rischio di una qualche deviazione” sugli obiettivi di bilancio. “Per questo, sarebbero necessarie misure aggiuntive”, afferma l’esecutivo comunitario nel documento di raccomandazioni specifiche per Paese – contenuto nel rapporto semestrale sugli squilibri di bilancio – che ha elaborato per proporlo all’approvazione del Consiglio europeo.

“In base alla sua valutazione del programma di stabilità e tenuto conto delle previsioni economiche di primavera della Commissione – si legge – il Consiglio è dell’opinione che esista un rischio che l’Italia non rispetti le previsioni del Patto di stabilità e di crescita”.

L’Ue ricorda che l’Italia dovrebbe migliorare il bilancio strutturale di 0,25 punti di Pil nel 2015, e di 0,1 punti nel 2016 tenendo conto della flessibilità consentita dalla clausola sulle riforme strutturali.”Tuttavia, partendo dal presupposto che non vi siano cambiamenti, le previsioni della Commissione mostrano un deterioramento di 0,2 punti di Pil – afferma il documento varato da Bruxelles – da cui risulta il rischio di una qualche deviazione”.

Arriva anche la richiesta della Commissione di applicare “rapidamente e in pieno il programma di privatizzazioni” e di utilizzare gli introiti per fare ulteriori progressi verso la riduzione del debito pubblico. Lo si legge nelle raccomandazioni della Commissione Ue all’Italia. Il governo italiano “e’ impegnato in un’intensa agenda di riforme, ma e’ importante che ora le attui”



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -