“Ha diffamato Equitalia!”, Maradona rinviato a giudizio

maradona

Secondo equitalia c’è stata “un’ampia e denigratoria campagna di stampa” che l’ha rappresentata come “un Ente ingiusto, prevaricatore e volto a esasperare le difficolta’ economiche dei contribuenti meno abbienti, definiti vittime del sistema fino a essere condotti al suicidio“.

Rinvio a giudizio per Diego Armando Maradona e il suo avvocato. Il gup di Roma Chiara Giammarco ha accolto la richiesta del pm Nicola Maiorano, che accusa “el pibe de oro” di aver diffamato Equitalia con le sue dichiarazioni, e lo stesso ha deciso nei confronti del legale del grande ex numero 10, l’avvocato Angelo Pisani.

Le contestazioni riguardano dichiarazioni rilasciate nei confronti dell’ex presidente di Equitalia, Attilio Befera, tra il maggio ed il giugno del 2012. Il processo comincerà il 19 luglio 2016. “Il giudice non ha voluto tenere conto sulle nostre istanze riguardo la competenza territoriale ed ha deciso per il rinvio a giudizio”.

Così hanno detto i legali di Maradona in Italia, gli avvocati Sergio Pisani e Damiano De Rosa. “Il giudice naturale dovrebbe essere quello cui viene stampato il giornale ed è presente l’intervista oggetto del procedimento, in questo caso Cassino”, hanno continuato i penalisti. “Abbiamo depositato al giudice la sentenza della commissione tributaria che scagiona completamente Maradona dalle sue pendenze e quindi le sue dichiarazioni seppur aspre nei toni possono rientrare in un alveo di legittimità“. askanews



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -