Orrore in India: 22enne resiste allo stupro, bruciati vivi i suoi due nipotini

Orrore in India: due bambini sono stati bruciati vivi da un uomo che non era riuscito nell’intento di stuprare la zia. E’ accaduto in un villaggio dello stato di Ghusidih, nel distretto di Durg, nello Stato di Chhattisgarh, in India centrale.

Secondo la polizia, l’uomo ha tentato di stuprare la 22enne, che si era sposata appena un mese fa ed era andata a vivere a casa del cognato: ha fatto irruzione nella casa, ma la giovane sposa ha opposto resistenza. E di fronte al suo rifiuto, ha cosparso di kerosene i ragazzini che erano in casa – un bimbo, Mohan, di 3 anni, e la sorellina, Bhuvneshwari, di 6 anni– e ha dato loro fuoco.
L’uomo e’ poi riuscito a dileguarsi. La polizia lo sta cercando e ha costituito una squadra speciale per rintracciarlo.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -