Libia, Tripoli: arrestati ieri 600 migranti pronti partire per Italia

sbarchi

 

Sono stati arrestati ieri a Sabrata, a ovest di Tripoli, quasi 600 migranti – tra loro solo una donna e 18 bambini – che si apprestavano a partire per l’Italia a bordo di un peschereccio. Lo riferisce l’agenzia libica Lana, citando il portavoce del dipartimento immigrazione della polizia, Mohamed Al-Ghawail.

I migranti arrestati ieri mattina mentre tentavano di salpare a bordo di un “vecchio” peschereccio sono 585 e provengono da Somalia, Eritrea, Ghana e Mali, ha precisato il portavoce. Un altro media libico cita il portavoce dell’Authority libica anti-immigrazione clandestina per precisare che fra gli arrestati non ci sono scafisti dato che i trafficanti ormai usano una nuova “tattica” evitando di salire a bordo ma istruendo uno o due migranti su come dirigere l’imbarcazione.

Il sito calcola che con i salari attuali pagati a Tripoli per il “lavoro occasionale”, i migranti possono raccogliere in tre mesi il denaro necessario (circa mille dollari) a pagarsi il passaggio verso l’Europa.

Nei giorni scorsi peraltro erano stati segnalati due salvataggi di migranti in difficoltà da parte libica: oltre ai circa 500 salvati domenica scorsa su cinque imbarcazioni dalla Guardia costiera, l’altro ieri mattina altri 102 erano stati salvati dalla Marina di Tripoli “10 miglia a nord di Qaraboli”, come ha riferito ancora l’agenzia Lana.(ANSAmed).



   

 

 

1 Commento per “Libia, Tripoli: arrestati ieri 600 migranti pronti partire per Italia”

  1. Già una buona notizia, da quello che ho letto pare che la Libia sia collaborando e allora i politici tutti dell’UE perché non fanno un incontro serio con queste persone e aiutandoli sul posto contemporaneamente aiutare anche la Libia anche perché e giusto che sia aiutata in quanto senza nessun motivo sono stati bombardati da USA, Francia, ecc.ecc.anzi un motivo c’era e come la Francia di Sarkozy saprà il motivo? chi lo sa io non di certo.

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -