Propaganda pro-invasione: 8 capi di Stato a Napoli per la giornata Migrante Ignoto

Otto Capi di stato e di governo renderanno omaggio il 3 ottobre prossimo al Monumento-Sacrario di Napoli, costituito dal “Totem della Pace” con l’urna del “Migrante Ignoto”. Lo ha annunciato il presidente della Fondazione Mediterraneo Michele Capasso, che nei giorni scorsi ha accolto a Napoli il Segretario Generale dell’Assemblea Parlamentare del Mediterraneo, Sergio Piazzi, che ha reso omaggio al monumento posto alla Stazione Marittima di Napoli (e che distrugge la veduta della Tavola Strozzi, ndr)

Nel Porto di Napoli spunta orribile “monumento al migrante ignoto”, è polemica

napoli-migrante

Il monumento che ricorda le continue tragedie dei migranti nel Mediterraneo ha ricevuto il plauso dei parlamentari di 28 Paesi sulla scelta del luogo “di alto valore simbolico, perché proprio dal piazzale antistante la Stazione Marittima di Napoli sono partiti nel secolo scorso milioni di persone per trovare un futuro migliore”.

Piazzi ha deposto nell’urna il documento di partecipazione ed Alto Patrocinio a questa iniziativa. La progettazione dell’opera monumentale, informa una nota della Fondazione Mediterraneo, fu presentata nel corso della Sessione Plenaria dell’Assemblea Parlamentare del Mediterraneo svoltasi a Palermo il 29 ottobre 2011, annunciando l’istituzione di una “Giornata dedicata al Migrante Ignoto” che la Camera dei Deputati ha approvato designando il 3 ottobre di ogni anno.

Proprio per onorare la memoria di quei migranti il Comitato internazionale della Fondazione Mediterraneo – membro osservatore dell’APM – il 2 luglio 2014, ha deciso di dedicare loro il “Totem della Pace”, contenente le reliquie del migrante ignoto.

L’opera dello scultore Molinari è stata realizzata nel piazzale antistante la Stazione Marittima del Porto di Napoli e la Fondazione Mediterraneo l’ha donata al Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera in occasione del 150° anniversario della loro costituzione (1865-2015), in segno di riconoscimento per l’impegno di 11.000 uomini e donne che ogni giorno rischiano la vita per salvare i naufraghi.

L’urna con le reliquie proveniente da Lampedusa – realizzata con il legno dei barconi – lo stesso con il quale fu realizzato l’altare sul quale Papa Francesco celebrò messa a Lampedusa – è stata riposta nel “Totem della Pace” dal Comandante della Guardia Costiera di Lampedusa Giuseppe Cannarile, quale atto di fraternità verso tante vittime da parte del personale del Corpo delle Capitanerie di Corpo – Guardia Costiera.

papa_francesco_lampedusa



   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -