Carcere Torino: marocchino aggredisce agente con una lametta

jihad-carcere

 

Aggressione nel carcere di Torino, poliziotto ferito con una lametta

Ennesima aggressione all’interno del carcere di Torino. Un detenuto di origine marocchina di 32 anni, condannato per rapina, ha colpito con calci e pugni un agente di polizia penitenziaria in servizio nel reparto detentivo ‘a custodia attenuata’. Dopo la prima aggressione, il trentaduenne ha ferito l’agente alla spalla, al collo e alla testa con una lametta. Soccorso, il poliziotto è stato medicato.

“Ogni giorno è un bollettino di guerra – commenta Donato Capece, il segretario generale del sindacato Sappe -. Quel che è accaduto è un fatto gravissimo, che va stigmatizzato con forza”. Sono numeri alti quelli delle aggressioni in carcere, nonostante i dati affermino che rispetto al passato siano calati. “Aggressioni, colluttazioni e ferimenti si verificano costantemente, con poliziotti feriti e celle devastate”.

torinotoday.it



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -