Calderoli: la malafede dei buonisti ha fallito, al Qaeda è qui

qaeda-sardegna

 

“Ma il rischio della presenza di terroristi islamici in Italia non era un’invenzione di quegli islamofobi della Lega? Com’è possibile che tra i fermati vi fossero anche gli autori di sanguinari attentati?“.

Lo chiede Roberto Calderoli. “È innegabile che la presenza di cellule terroristiche affiliate ad Al Qaeda in Italia sia l’ennesima dimostrazione del fallimento del governo Renzi/Alfano e – conclude – della malafede di tutti i buonisti più o meno interessati”.



   

 

 

2 Commenti per “Calderoli: la malafede dei buonisti ha fallito, al Qaeda è qui”

  1. Ma dai signor Calderoli che cosa dice questi immigranti sono persone per bene, Si si vedono e si sentono con arresti a un imam e i due figli per terrorismo fatto sta che sono stati scarcerati e risarciti pure pagati, ripeto quanto sentito in TV e pare che uno dei due figli sia fuggito dall’Italia ed sia deceduto in Siria combattendo per L’ISIS, meno male che qualche ministro disse che era tutto sotto controllo figuriamoci che se non fosse stato sotto controllo cosa ci poteva succedere, Dimettetevi in massa tutti indistintamente bugiardi e incapaci.

  2. Claudio Franza

    E’ preoccupante che nel nostro paese girini terroristi certificati e le nostre autorità ne siano all’oscuro..

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -