Pd: 700 lumini in piazza a Padova con la candidata Moretti

lumini-padova

 

Settecento lumini accesi ieri sera in Piazza delle Erbe a Padova per ricordare le vittime del naufragio di migranti nel Canale di Sicilia. L’iniziativa è partita dai giovani del Pd, che in giornata – con un tam tam sui social – hanno dato appuntamento al momento di raccoglimento nella piazza dello ‘spritz’ padovano.

All’accensione dei lumini a terra si sono uniti molti giovani e tra loro diversi ragazzi immigrati. Nel finale si è unita alla manifestazione anche la candidata Alessandra Moretti.

Negli ultimi due giorni una cinquantina di cristiani sono stati uccisi da muslmani, alcuni dei quali erano proprio sedicenti “migranti”, ma il Pd non ha ritenuto di ricordarli.



   

 

 

4 Commenti per “Pd: 700 lumini in piazza a Padova con la candidata Moretti”

  1. Pura propaganda politica speculando sul fatto dei clandestini morti ! Moretti sei una grandissima…….

  2. Come sono capaci i comunisti italiani di speculare su di ogni fatto (che hanno provocato) non è capace nessuno!

  3. Quanti lumini sono stati accesi per gli imprenditori italiani uccisi da Equitalia?

  4. giobatta benetti

    la moretti le tenta tutte per prendere qualche punto percentuale di voto. La moretti arranca e per questo specula sulla tragedia dei migranti affogati in mare. per la moretti è stato meglio farli partire tutti dalle coste libiche per poi accoglierli in mezzo al mediterraneo con le navi da guerra. Cara Moretti così sei complice delle morti di 900 africani sub-sahariani. Solo ora si sono accorti che bisogna bloccare e distruggere i barconi in Libia ed arrestare gli scafisti “terroristi”. Con buona pace di Renzi che va in TV a giustificare l’organizzazione messa in piedi dal suo Capo di Stato Maggiore. Dilettanti allo sbaraglio. Certo che serviva “carne da cannone” per alimentare il business buonista di “mafia capitale”. Ora caritas e tutte le organizzazioni che si arricchivano con questo traffico immondo sono preoccupati per il blocco navale. perdono il business della carità pelosa di 5 milioni di euro. Soldi degli italiani tolti alle famiglie in crisi che non hanno i soldi per mandare i figli alle materne o all’asilo.

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -