Marocchino evade dai domiciliari, si mette alla guida e uccide un 33enne

E’ morto  Cristian Amenta, 33 anni appena compiuti, il cittadino italiano che la scorsa notte è rimasto coinvolto in un tragico incidente verificatosi all’incrocio tra corso Novara e via Bologna.

Nella collisione sono state coinvolte due vetture, una Ranault Koleos su cui viaggiava appunto la vittima e una Ford Fiesta, a bordo della quale vi erano tre cittadini marocchini. Il conducente di quest’ultima, secondo gli accertamenti della Polizia Municipale, è risultato agli arresti domiciliari: non avrebbe, dunque, dovuto trovarsi al volante la notte scorsa.

L’impatto tra le due vetture è stato talmente violento che la vittima è stata sbalzata fuori dall’auto stessa. Sul posto sono prontamente giunti i sanitari del 118 che hanno trasportato l’uomo all’ospedale San Giovanni Bosco dove è deceduto ieri nelle prime ore della giornata. Trasportati al Maria Vittoria anche altri due passeggeri: le loro condizioni non sono gravi.

Gli occupanti della Ford Fiesta, tre cittadini di nazionalità marocchina, sebbene fossero feriti, hanno tentato di darsi alla fuga, ma sono stati raggiunti e bloccati dagli agenti della Polizia Municipale e poi accompagnati all’ospedale Gradenigo.

La Ford Fiesta, inoltre, è risultata sprovvista di copertura assicurativa e il suo conducente, oltre a essere agli arresti domiciliari, viaggiava con patente di guida scaduta.

torinotoday.it/



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -