La mistificazione continua, vescovo di Vicenza: serve un’accoglienza intelligente

vescovo-vicenza

 

“La notizia di un altro gravissimo naufragio, in cui sono morte diverse centinaia di migranti nelle acque del Mediterraneo, genera nel cuore di ciascuno di noi un grande turbamento e un profondo dolore. Come subito ci ha ricordato papa Francesco ‘erano uomini e donne come noi, in cerca di una vita migliore; affamati, perseguitati, feriti, sfruttati, vittime di guerre e di violenze’.

Questo è falso. Le vittime del naufragio non provenivano da Paesi in guerra e non erano vittime di alcuna violenza.

“Solo la disperazione – continua il prelato –  può spingere infatti un essere umano a tentare il tutto per tutto e mettersi nelle mani di persone prive di ogni scrupolo, veri mercanti di esseri umani”.

Lo sottolinea il vescovo di Vicenza, Beniamino Pezziol. “Davanti a questi fatti, ciascuno di noi si interroga: che cosa possiamo fare? Certamente non possiamo restare indifferenti o voltare la faccia dall’altra parte – avverte il vescovo – Prima di tutto è necessario guardare a queste persone con un’infinita misericordia, vedendo in loro dei fratelli e delle sorelle per i quali pregare ogni giorno. Poi invito ogni cristiano che ne ha la possibilità a vivere qualche forma di volontariato, mettendosi a disposizione attraverso la Caritas o altre associazioni, anche nelle nuove piccole strutture di accoglienza che stiamo predisponendo nel territorio della Diocesi. L’accoglienza deve essere fatta bene e in modo intelligente, se vogliamo che porti ad una vera integrazione e pacifica convivenza”. Adnkronos

ACCOGLIENZA INTELLIGENTE?

Immigrati accolti nelle chiese, acquasantiere usate per lavare i calzini

calzini dei migranti nell'acquasantiera

calzini dei migranti nell’acquasantiera

ALTRE FOTO QUI >>>>>>>>

Uno dei capi del terzomondismo cosmopolita camuffato da carità è certamente il modernista Raniero Cantalamessa. Nel vecchio studio: BERGOGLIO E CANTALAMESSA, GLI ULTIMI «MIASMI PESTIFERI» DELLA «CHIESA CONCILIARE»

La verità, oltre questa spudorata mistificazione dei fatti, l’abbiamo raccontata qui

I profughi? Sono persone sequestrate e poi vendute ai trafficanti

I trafficanti di uomini che organizzano i viaggi dei profughi che tentano di raggiungere l’Europa ‘comprano’ gruppi di profughi (con quali soldi?) da altre organizzazioni criminali operanti in Africa, che li avevano precedentemente sequestrati e poi venduti. Capito perché li fanno salire sui barconi sotto la minaccia delle armi?

Operazione Mare Nostrum: l’ONU paga clandestini per venire in Italia

ONU: proseguire Mare Nostrum, in Europa serve manodopera a bassa qualifica

L’ONU vuole un «rimpiazzo» in Italia: 26 milioni di immigrati entro il 2050

Video – D’Alema: “abbiamo bisogno di almeno 30 milioni di immigrati”

Barbara Spinelli (Tsipras) “C’è bisogno di 10 MILIONI di immigrati”

Emma Bonino: “L’Europa avrà bisogno di 50 milioni di immigrati entro il 2050″

 



   

 

 

1 Commento per “La mistificazione continua, vescovo di Vicenza: serve un’accoglienza intelligente”

  1. Claudio Franza

    Non entro nel merito etico della questione del doveroso aiuto a dei bisognosi.ragionando terra terra questa è gente che poi dobbiamo mantenere e inoltre è manovalanza ricattabile che toglierà lavoro alla nostra povera manovalanza accettando miserevoli condizioni di lavoro. Aiutando questi disperati creeremo tanti disperati autoctoni. Che fare?

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -